Nokia, si riparte dal bilancio 2010 e con Microsoft

di Valerio Longhi

Giornata densa quella che ha chiuso ieri Nokia con i vari comunicati sulla propria attività.
Sono stati annuncuati i risultati di bilancio del primo trimestre del 2011, chiuso con utile netto in calo dell’1,4% (344 milioni di euro). Le previsioni degli analisti (180 milioni) sono state comunque superate tanto che la casa finlandese ha potuto guardare positivo e presentare anche – in anticipo – l’accordo con Microsoft. In tal senso i ricavi sono aumentati del 9,2% a quota 10,4 miliardi di euro, il margine operativo della divisione dei dispositivi mobile è calato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso dal 12,1% al 9,8%.

Non tutto negativo, anzi. In controtendenza ad alcune fosche previsioni Nokia nel corso del primo trimestre dell’anno sono stati fatti notevoli passi avanti.
Le vendite di cellulari Nokia, date sempre con un “appeal” in decremento, invece sono aumentate dell’1% toccando 108,5 milioni di unità, mentre le attese degli analisti erano di 106 milioni di unità. Il 2011 viene comunque annunciato molto difficile tanto che il gruppo prevede un secondo trimestre duro: sono previsti per la divisione mobile ricavi compresi tra 6,1 e 6,6 miliardi di dollari oltre ad un calo del margine operativo compreso tra il 6% ed il 9%.

Proprio in occasione della presentazione della trimestrale, intanto Nokia ha annunciato di aver siglato in anticipo l’alleanza definitiva con Microsoft.

«Si basa sulla complementarietà degli asset delle due aziende e sulla competitività generale della nuova offerta», ha commentato l’amministratore delegato di Nokia, Spehen Elop.

«Un accordo positivo per l’intero settore», gli ha fatto eco la sua controparte di Microsoft, Steve Ballmer: «Insieme, Nokia e Microsoft produrranno innovazioni più rapidamente, per creare maggiori opportunità per i consumatori e i nostri partner».

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3