Il successo ZTE nel settore degli smartphone accresce redditività e valore del marchio

di Redazione

ZTE OpenZTE annuncia di aver più che raddoppiato le spedizioni di smartphone previste per il 2012, assicurando una maggiore redditività per la divisione terminali.

L’incremento delle vendite di smartphone ha permesso a ZTE di registrare nel 2012 un margine lordo pari al 16,8%, registrando un aumento dell’1,6% rispetto all’anno precedente.

I risultati di vendita nel segmento degli smartphone ha permesso all’azienda di raggiungere un flusso di cassa operativo di 1,87 miliardi di RMB nel 2012.

Per la prima volta in tre anni ZTE ha anche registrato valori positivi per il flusso libero di cassa e il flusso di cassa operativo. Le vendite di smartphone sono cresciute notevolmente negli Stati Uniti, un risultato che premia la strategia dell’azienda di focalizzarsi sui mercati di fascia alta. ZTE ha registrato una crescita rapida anche nei mercati emergenti tra cui India, Indonesia, Messico, Argentina e Russia.

Nel 2012, per la prima volta, il canale distributivo ha rappresentato il 10% dei profitti relativi ai terminali di ZTE. “ZTE mira a diventare il leader globale nel 4G e a plasmare il futuro degli smartphone”, ha affermato He Shiyou, Vicepresidente esecutivo e Direttore della divisione dispositivi mobili ZTE. “Per quanto riguarda le attività di ZTE nel settore terminali, il 2012 è stato un anno di transizione che ha permesso di aumentare raggio d’azione e redditività e di elevare il profilo aziendale. Uno spostamento verso fasce di valore più elevato che proseguirà anche nel 2013”.

La forte crescita nel settore degli smartphone di ZTE ha portato l’azienda a essere il quarto produttore mondiale nel 2012, controbilanciando così la diminuzione delle vendite dei cosiddetti feature phone. Lo scorso anno, ZTE ha lanciato la serie Grand per rafforzare la propria posizione nella fascia alta del mercato. Nel 2012 ZTE ha realizzato il 15% dei profitti legati agli smartphone con vendite di dispositivi di fascia medio-alta e He Shiyou aspira a portare questa percentuale al 25-30% nel 2013. Dopo un anno decisivo come il 2012 per gli smartphone ZTE, nel 2013 l’azienda raddoppierà i propri sforzi per offrire il meglio dei dispositivi in circolazione, concentrandosi su prodotti 4G che garantiscano funzionalità e un’esperienza utente superiori. ZTE passerà da un business model B2B a uno B2C e aumenterà i propri investimenti nel branding e nel marketing per sviluppare un rapporto più stretto con gli utenti finali, sfruttando al meglio le opportunità offerte dall’era 4G.

L’azienda collaborerà con diversi operatori per concentrarsi su prodotti di fascia alta, dispositivi LTE a banda larga, servizi integrati intelligenti e innovazione dei prodotti, oltre che all’integrazione delle proprie piattaforme di e-commerce per offrire agli utenti finali servizi migliori e più veloci.

modelli Grand S e Grand Memo sono stati due dei dispositivi LTE più forti dell’anno nel settore. Il Grand S è il simbolo della nuova generazione di smartphone e si è aggiudicato il premio IF2013 per il design, mentre il Grand Memo è uno dei phablet dalle specifiche più elevate sul mercato. Lo smartphone U8910 LTE di ZTE è tra i primi dispositivi scelti quest’anno da China Mobile per la sua sperimentazione 4G allargata. Nell’arco di due anni ZTE ha realizzato una crescita esponenziale nel settore degli smartphone, mantenendo una redditività costante. La società si è consolidata tra i primi 4 vendor di cellulari al mondo e prevede una crescita del 30% dei profitti legati agli smartphone nel 2013. “Il futuro di ZTE è il 4G e le nostre competenze nell’LTE ci rendono molto fiduciosi”, ha affermato He Shiyou.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3