Sbloccare il proprio telefono non è reato

di Carlo Ghio

Il giudice: cellulari 3 con tutte le Sim

Una caporetto: la sentenza del giudice milanese Gianluca Braghé sulla vicenda dello sblocco illegale dei cellulari 3è? completamente sfavorevole all’azienda, poiché stabilisce che modificare il proprio telefonino non pu? configurarsi come reato, in quanto l’operazione ? fatta appunto su un bene di proprietà del cliente.

Questa è la conclusione della causa penale che H3G, insieme a LG Electronics aveva intentato un anno fa contro 500 mila italiani, rei di aver aperto il sim lock del loro videofonino. Nessun rischio penale nemmeno per i chioschi che si offrivano di fare il servizio per 20 o 30 euro. Al massimo secondo il giudice si può parlare di una violazione contrattuale, per cui l’operatore dovrebbe provare la strada di una causa civile. Anche qui però, attenzione: “in base a un’indagine a campione effettuata sui rivenditori di 3 – afferma Braghè – si vede come i clienti difficilmente sono posti nelle condizioni di conoscere interamente le clausole contrattuali perch al momento dell’acquisto non viene sottoscritto nessun contratto“.

E anzi, nei negozi non sono esposti nemmeno cartelli con le condizioni di vendita.

Riportiamo questa interessantissima notizia presa da Telconews.it, riguardante una delle questioni più spinose e dibattute tra i clienti 3. Ringraziamo l’amico Zilaghe per la segnalazione.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3