Marche, il Corecom attiva le deleghe di seconda fase

di Andrea Trapani

Siglata ieri a Roma la convenzione per l’esercizio delle funzioni delegate tra l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e il Comitato regionale per le comunicazioni Marche.

Agcom, la nuova sede di RomaA sottoscrivere il documento, il Commissario deleg to dell’Autorità, Antonio Martusciello, il Presidente della Giunta Regionale, Gian Mario Spacca, il Presidente del Consiglio Regionale delle Marche, Vittoriano Solazzi, e il Presidente del Co.re.com., Pietro Colonnella.

Con la firma della nuova convenzione, oltre al tent ativo obbligatorio di conciliazione, alla tutela dei minori, al controllo sulla pubblicazione dei sondaggi, all’apertura dei procedimenti di rettifica su istanza di parte, il Co.re.com. Marche eserciterà le nuove funzioni di :

  • definizione delle controversie tra utenti e operatori di comunicazione elettronica ; anche a seguito delle modiche del regolamento sulle controversie tra operatori ed utenti, i cittadini delle Marche potranno rivolgers i al Co.re.com non solo per la prima fase di conciliazione obbligatoria, ma anche, in caso di esito negativo, per la decisione della controversia, senza dover quindi ricorrere all’Agcom.

  • vigilanza sul rispetto degli obblighi di programmazione e delle disposizioni in materia di esercizio dell’attività radiotelevisiva locale, mediante il monitoraggio delle trasmissioni dell’emittenza locale; il Co.re.com verificherà il rispetto della normativa in materia di audiovisivo da parte delle emittenti locali e potrà svolgere funzi oni di vigilanza e controllo sino ad oggi di pertinenza dell’Autorità.
  • tenuta del Registro degli operatori di comunicazione (ROC) ; il Co.re.com gestirà il Registro degli operatori di comunicazione aventi sede nel territorio regionale, garantendo alle imprese la ma ssima trasparenza e agevolando il rapporto con l’amministrazione.

L’ampliamento qualitativo e quantitativo dei poter i dei Comitati regionali delle comunicazioni – ha sottolineato il commissario dell’Autorità Antonio Martusciello – va nella direzione di un decentramento territoriale delle funzioni dell’Agcom che, grazie ai Co.re.com., riesce ad ess ere presente in modo capillare nella sua fondamentale attività di tutela dei cittadini-utenti”.

Si tratta – ha dichiarato il presidente della Giunta regionale, Gian Mario Spacca – di un importante obiettivo per questo organo ind ipendente della Regione Marche, dopo gli ottimi risultati conseguit i nella gestione ordinaria delle attività delegate di prima fase a partire da gennai o 2007, in un settore strategico ma altrettanto delicato come quello delle telecomun icazioni. Tra gli altri, il tentativo di conciliazione nelle controversie in ma teria di telefonia e telecomunicazioni; un’attività completamente gratuita, al servizio dei cittadini che dimostrano di apprezzarne i risultati”.

Dal 1° gennaio al 19 giugno 2013 sono stati portati a compimento dal Corecom Marche 818 procedimenti conciliativi che hanno portato un beneficio economico nei confronti delle famiglie e delle aziende marchigiane di € 362 .144,90 . “E’ anche da cifre come queste – continua Spacca – che emerge l’azione di questa amministrazione regionale a fornire sostegno concre to ai cittadini marchigiani tanto più necessario in questi difficili momenti di crisi economica”.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3