Clamoroso in Gran Bretagna! Vodafone UK manca l’obiettivo minimo della copertura 3G

di Valerio Longhi

Regno UnitoE’ una delle notizie più chiaccherate di questi giorni nelle TLC europee. E ha del clamoroso visto il protagonista della storia che vede Vodafone criticata da Ofcom – il regolatore britannico, ndr – per non aver adempiuto ai suoi obblighi di copertura 3G .

Secondo le direttive legate alla licenza gli operatori britannici devono coprire il 90 % della popolazione con il segnale 3G . Mentre EE , O2 e 3UK hanno adempiuto a tale obbligo entro il termine del 30 giugno, Vodafone UK lo ha mancato dell’1,4% .

Al momento non sembrano esserci misure contro l’operatore, almeno secondo quanto ha detto Ofcom. Il regolatore ha anche aggiunto che rivedrà la mappa di copertura 3G Vodafone nel prossimo mese di gennaio 2014 e che agirà conseguentemente se necessario.

Un portavoce di Vodafone UK ha confermato alla stampa britannica che la loro “[..] licenza 3G con l’obbligo di coprire il 90 % della popolazione e di Ofcom rientra pienamente nei piani per garantirne la conformità entro la fine di quest’anno . L’ investimento di sviluppo rete è pari a più di £ 900 milioni solo quest’anno e per rimanere sulla buona strada stiamo per offrire copertura indoor attraverso le reti 2G , 3G e 4G al 98 % della popolazione entro il 2015: due anni prima della scadenza imposta dal regolatore“.

Nel passato O2 UK ha subito una multa di 40 milioni di sterline quando non è riuscita a soddisfare l’obbligo di copertura dell’80 % nel 2008 . L’operatore all’epoca aveva una copertura del 75,69 %, ma rientrando nei mesi successivi nei parametri richiesti l’operatore ha evitato poi di pagare la multa .

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3