WIFI

Mal di testa da wi-fi? I consigli di AVM quando la connessione Internet dà problemi

di Valerio Longhi

WiFi FritzSituazioni comuni da vero ‘mal di testa da Wi-Fi’ per la frustrazione e il nervosismo causati dalla perdita di connessione soprattutto se devi scaricare la presentazione di un cliente che ha bisogno di un preventivo urgente per una trattativa, se ti devi assicurare l’acquisto dei biglietti online dell’evento rock dell’anno o se ti vuoi godere un po’ di relax con la serie TV preferita in streaming.

Nelle nostre case – dove molto spesso lavoriamo grazie anche alla diffusione del cosiddetto smart working – si registra un “affollamento” senza precedenti di dispositivi mobili connessi a Internet: smartphone, computer, televisori intelligenti e tablet, quindi tanti segnali che “viaggiano” stanza per stanza sulle stesse frequenze radio e la connessione molto spesso cade oppure funziona a singhiozzo. Telefoni cordless, forni a microonde e altri dispositivi elettronici possono contribuire ad intasare le frequenze disponibili e interferire con il segnale di rete.

L’Osservatorio di AVM, l’azienda specializzata nei dispositivi della linea FRITZ! per la connettività a banda larga, ha esaminato lo scenario italiano e preso in considerazione le situazioni che più frequentemente gli utenti si trovano ad affrontare, suggerendo un paio di pratici accorgimenti per non perdere la testa in questioni troppo tecniche.

  1. Non dare subito la colpa al router

Quando si hanno problemi con la rete, spesso viene subito messo sotto accusa proprio il dispositivo che si installa nelle nostre case (o uffici) per avere la connessione a Internet e che funge da coordinatore di tutte le attività della rete, via wireless o tramite cavo, per trasferire i dati a tutti i dispositivi collegati. Scegliere un router può risultare difficile perché non si comprendono le descrizioni e le indicazioni tecniche riportate sulla confezione dei prodotti che troviamo a scaffale nei punti vendita o nei reparti di elettronica della grande distribuzione.

Molte volte però si ignorano gli elementi principali da valutare per capire che tipo di soluzione risponde alle nostre reali necessità. Per esempio, se la casa si sviluppa su più piani o su una superficie estesa o presenta muri divisori molto spessi, non sempre è necessario sostituire il router – che potrebbe non riuscire a coprire ogni metro quadrato con la stessa intensità di segnale – piuttosto avrete bisogno di installare un ripetitore Wi-Fi, che è in grado di migliorare una connessione già esistente andando ad aumentare la copertura wi-fi. Collocando quindi un ripetitore a metà strada fra l’area di ricezione più esterna e il router, il problema può essere risolto e con una spesa contenuta.

In questo ambito, AVM propone FRITZ!WLAN Repeater un’ampia gamma di ripetitori che include il modello 1750E e che, senza utilizzare cavi, amplia la rete wireless semplicemente inserendolo nelle normali prese di corrente da 230 V dell’impianto elettrico di casa/ufficio. Facile da usare, cinque LED dell’intensità di campo aiutano a collocarlo rapidamente nella posizione ideale, inoltre, essendo dotato di una porta LAN, questo ripetitore consente di integrare nella rete anche i dispositivi che non hanno la funzione wireless.

  1. Non cambiare mai un sistema che funziona

Un router magari un po’ datato può diventare il collo di bottiglia che ostacola la velocità di download o il trasferimento dei file tra i dispositivi collegati. D’altro lato, se non si eseguono gli aggiornamenti dei router, questi risultano molto lenti anche sui dispositivi collocati a breve distanza. Per mantenere in ottima salute il nostro router ed evitare inutili spese per l’acquisto di un nuovo modello, AVM consiglia di eseguire regolarmente gli aggiornamenti che offrono nuove interessanti funzioni anche in ambito sicurezza. “Never change a running system” è il principio cui AVM si ispira per la messa a punto dei propri prodotti.

Quando una cosa funziona, spesso gli utenti non vedono la necessità di aggiornarla. Tuttavia, dal momento che sia la tecnologia che la comunicazione digitale migliorano continuamente, AVM mette a disposizione ad intervalli regolari un software aggiornato. Su tutta la linea AVM dei dispositivi di rete è infatti attiva una funzione automatica di aggiornamento gratuito del software FRITZ!OS che si installa sui modelli di router FRITZ!Box e gli altri componenti della rete domestica come FRITZ!Powerline e FRITZ!WLAN Repeater. 

La nuova versione FRITZ!OS 6.0 rende la rete domestica ancora più intelligente. Per esempio, grazie al nuovo software si può fruire della Live TV anche sui dispositivi mobili come tablet o notebook, oppure configurare un hot spot privato solo per gli ospiti in casa, affinché possano accedere a Internet in modo rapido e gratuito. Le impostazioni consentono di navigare e usare i servizi di posta elettronica attraverso l’hot spot e attivare per gli ospiti i filtri del parental control.

E’ proprio il caso di dirlo, al prossimo attacco di “mal di testa da wi-fi”, chiedi consiglio all’amico FRITZ!

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3