HP Slate 7 Plus: un discreto entry level

di Fabio Parri

HP Slate 7 PlusSiete alla ricerca di un tablet piccolo, potente, dotato di un buon display e in vendita ad un buon prezzo? In questo caso l’HP Slate 7 Plus potrebbe essere il prodotto che fa per voi. Disponibile da fine 2013, la tavoletta del produttore statunitense è in vendita a prezzi di mercato che, nella loro fascia più bassa, raggiungono anche i 99 euro. Un costo decisamente appetibile, dunque, e che sopratutto non obbliga a particolari rinunce dal punto di vista funzionale, visto che lo Slate 7 Plus vanta specifiche più che accettabili, grazie al processore quad core Nvidia Tegra 3 da 1,3 Ghz, al display HD da 1280×800 e al giga di ram presenti in dotazione.

Design e qualità costruttiva

Nonostante il prezzo, va subito detto che lo Slate 7 Plus è costruito decisamente bene, considerando che si tratta di un device di fascia bassa. La qualità dei materiali e delle rifiniture è buona e anche il design complessivo è gradevole, con dimensioni abbastanza compatte, fatto salvo per il peso. Con i suoi 340 grammi, infatti, non si può certo dire che si tratti di un tablet leggerissimo.

Specifiche

Come già detto in precedenza, le specifiche tecniche del prodotto di HP sono discrete. Oltre ai componenti di cui abbiamo già parlato poco sopra, infatti, lo Slate 7 Plus è dotato anche di 8 GB di storage, espandibili via microSD. Buono il comparto multimediale, con:

  • una fotocamera posteriore da 5 megapixel che compensa quella frontale (solamente VGA) grazie alla capacità di girare video a 720p;
  • il supporto a Miracast e alla versione 4.0 di Bluetooth, che rispetto alle versioni precedenti, punta alla riduzione dei consumi energetici;
  • un discreto numero di sensori (accelerometro e giroscopio ne fanno una buona macchina da gioco);
  • la presenza, infine, dell’antenna GPS, spesso non di serie su device di questo prezzo.

Per contro, mancano, come era quasi logico aspettarsi, la connettività 3G, nonché il sensore di luminosità, un LED di notifica e, ultimo ma non meno importante, il flash per la fotocamera, il che in pratica ne limita l’utilizzo ai soli ambienti esterni o comunque bene illuminati.

Per quanto riguarda la versione di Android installata di serie, lo Slate 7 Plus utilizza Android 4.2.2, in una versione sostanzialmente stock, visto che la personalizzazione di HP si è limitata soltanto all’installazione di alcune applicazioni proprietarie. Esistono anche alcune ROM custom, compreso un port non ufficiale della CyanogenMod 10.1.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prestazioni

Per quel che concerne le prestazioni offerte, il device di HP si difende egregiamente, grazie alla CPU quad-core di cui è dotato. Anche la qualità del display, e la sua risoluzione, sono decisamente discrete, nonostante un angolo di visualizzazione non troppo esteso.

Il caricamento delle applicazioni è veloce e anche in ambito videoludico non ci sono problemi di sorta, grazie all’accelerazione grafica di cui  è dotata la piattaforma Tegra 3, ancora più che valida. A onore di verità, tuttavia, occorre notare la presenza di un certo lag (anche 1-2 secondi) quando si torna ad utilizzare il device, se questo è in modalità schermo bloccato.

Ottima, invece, l’autonomia generale, grazie ai bassi consumi e alla batteria più che capiente, in grado di garantire sino a un paio di giorni di utilizzo medio.

Conclusioni

In conclusione, lo Slate 7 Plus è un buon tablet Android, adatto soprattutto a chi cerca un device entry-level sì, ma comunque dotato di buone specifiche e prestazioni complessive. I 99 euro a cui è possibile trovarlo in vendita fanno tranquillamente dimenticare i piccoli difetti evidenziati nel corso della recensione. Va anche detto, tuttavia, che in tale fascia di prezzo, la concorrenza è decisamente agguerrita. Tra i device papabili figurano, ad esempio, i MeMO Pad di Asus, estremamente simili per specifiche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3