Sunrise-Logo-Artwork

Sunrise tra bilancio e semplificazione della struttura direzionale: calo dei ricavi con le nuove tariffe

di Redazione

Nel primo trimestre del 2016 Sunrise ha continuato il suo percorso di crescita della clientela mobile postpaid in un contesto di mercato competitivo. La base clienti Internet e TV ha registrato uno sviluppo favorevole, supportato da tariffe Home accattivanti e dal recente potenziamento di Sunrise Smart TV. I ricavi sono diminuiti a/a a causa della contrazione delle vendite di dispositivi e hubbing, dello smobilizzo di hardware Freedom e della continua diminuzione del business prepaid e voce su rete fissa. Sunrise ha continuato a ottimizzare la propria base costi grazie al percorso di semplificazione e di digitalizzazione intrapreso, migliorando quindi il proprio margine EBITDA rettificato.

Sunrise inoltre semplifica la sua struttura direzionale con la creazione di un Executive Leadership Team (ELT). Françoise Clemes, giunta a Sunrise dopo aver collaborato con l’operatore di telefonia mobile britannico EE, riprende il settore Customer Services da Massimiliano Nunziata, il quale assumerà la conduzione del settore di nuova creazione Business Customers. Nell’ELT saranno inoltre in futuro rappresentati anche i settori Human Resources, con Karin Schmid, e Administrative Office, con Dominik Rubli. Therese Wenger assumerà la direzione del settore Corporate Communications.

Olaf Swantee, nuovo CEO di Sunrise, commenta: «Pur essendo arrivato questa settimana in Sunrise, sono rimasto colpito e l’impressione che ho avuto finora è stata positiva. La qualità della rete, l’orientamento al cliente e i prodotti innovativi sono di alto livello. Non vedo l’ora di potenziare ulteriormente il nostro posizionamento.»

Solida dinamica negli abbonati mobile postpaid, Internet e TV Nonostante la maggiore concorrenza, la dinamica positiva nello sviluppo degli abbonati è proseguita nel 1T16, con un incremento netto di nuovi clienti postpaid pari a 83 700 (+6,3%) a/a, per un totale di 1,42 milioni di clienti. Solo nel primo trimestre del 2016, Sunrise ha conquistato 17 900 nuovi clienti postpaid, a comprova di un altro forte trimestre. Le SIM secondarie hanno avuto un forte impatto, sottolineando la crescente importanza della focalizzazione sui dati. La base della clientela prepaid ha continuato ad assottigliarsi, in conseguenza del ambiente competitivo e un crescente numero di clienti che sta utilizzando l’ampia gamma di offerte postpaid.

Gli abbonati Internet sono aumentati di 19 700 unità a/a (+6,0%) passando a un totale di 348 500, consentendoci di raggiungere la crescita netta trimestrale più consistente (+7000) in oltre cinque anni. Gli abbonati TV sono aumentati a/a di 25 400 unità, passando a 140 400 clienti. I fattori determinanti della forte performance conseguita dai comparti Internet e TV comprendono le convenienti tariffe «Home», i benefici di convergenza, la maggiore velocità della banda larga e il recente potenziamento di Sunrise TV. La crescita degli abbonati è proseguita anche nel B2B, per esempio con l’arrivo di Georg Fischer (GF) come nuovo cliente della rete fissa e mobile di Sunrise.

Driver dei ricavi Nel 1T16 i ricavi sono diminuiti dello 8,8% a/a da 489 milioni a 446 milioni di franchi svizzeri. La crescita degli abbonati mobile postpaid, Internet e TV non è riuscita a compensare le difficoltà. I ricavi risultanti dall’hubbing e dall’hardware mobile, che presentano bassi margini, costituiscono più della metà della diminuzione complessiva dei ricavi. In particolare l’hardware mobile è stato ostacolato dal fatto che l’innovazione dei dispositivi si è avuta solo alla fine del primo trimestre. Effetti negativi si sono fatti sentire anche in seguito al cambiamento delle tariffe di roaming. I cambiamenti strutturali all’interno dei business mobile prepaid e voce su rete fissa sono proseguiti. Lo smobilizzo di hardware Freedom, correlato a migrazioni di clienti mobile verso tariffe Freedom, ha rappresentato un ulteriore fattore negativo per i ricavi rispetto al 1T15, un effetto che dovrebbe tuttavia venir meno alla fine del 2016.

Miglioramento nell’EBITDA rettificato e nell’utile netto L’EBITDA rettificato del 1T16 è aumentato dell’1,6% a/a, passando a 140 milioni di franchi svizzeri. Il margine EBITDA rettificato è migliorato, passando dal 30,6 % al 33,3 % (escl. hubbing), grazie alle efficienze dei costi e al mix di segmenti (meno ricavi da hardware a basso margine). Sunrise ha continuato a migliorare la propria base costi riducendo l’Opex rettificato del 1T16 dell’11,2 % a/a. L’utile netto del 1T16 è tornato su valori positivi a 7 milioni di franchi svizzeri, dai -167 milioni di franchi svizzeri nello stesso periodo dello scorso anno. I principali fattori di questo miglioramento comprendono minori spese di interessi e costi ordinari extra non ricorrenti dall’IPO e dal rifinanziamento del debito nello scorso anno.

Miglioramento nell’Equity Free Cash Flow Considerando gli ultimi dodici mesi, l’Equity Free Cash Flow è migliorato passando da 153 milioni di franchi svizzeri alla fine del 4T15 a 208 milioni di franchi svizzeri alla fine del 1T16. Il primo trimestre generalmente tende ad avere flussi di cassa disponibili più bassi rispetto agli altri trimestri dell’anno, per effetto della stagionalità del capitale di esercizio netto. Tuttavia, il flusso di cassa disponibile nel primo trimestre è aumentato di 54 milioni di franchi svizzeri, passando da -78 milioni di franchi svizzeri nel 1T15 a -24 milioni di franchi svizzeri nel 1T16. Il miglioramento è ascrivibile principalmente a spese per interessi minori in seguito al recente rifinanziamento del debito, ai -29 milioni di franchi svizzeri di IPO e agli impatti delle transazioni di rifinanziamento verificatisi nel 1T15. Il rapporto debito netto/EBITDA è rimasto quindi stabile a quota 2,6x.

Tra le altre innovazione, anche il Box TV 4K Sunrise ha continuato il suo percorso di innovazione dei prodotti espandendo la collaborazione con WhatsApp sui suoi prodotti Freedom e lanciando la nuova proposta postpaid Yallo Swiss. Con Sunrise Pay, di recente introduzione, i clienti possono acquistare app, giochi, musica, eBook, film, biglietti e molto altro ancora direttamente dal loro smartphone o tablet e pagarli comodamente attraverso la loro fattura mensile o il loro valore prepaid. Nelle prossime settimane Sunrise lancerà la nuova TV box UHD (4K), che accresce la nuova proposta di smart TV.

Conferma dell’orientamento dell’esercizio 2016 Sunrise conferma l’orientamento finanziario indicato nel marzo 2016. Gli utili dovrebbero attestarsi tra i 1,890 milioni e i 1,930 milioni di franchi svizzeri nel 2016. L’EBITDA rettificato dovrebbe oscillare tra i 600 milioni e i 620 milioni di franchi svizzeri. Le spese in conto capitale saranno tra i 220 milioni e i 230 milioni di franchi svizzeri. Le imposte varieranno dai 45 milioni ai 50 milioni di franchi svizzeri. Conformemente all’orientamento dell’esercizio 2016, Sunrise prevede di proporre all’Assemblea degli azionisti un dividendo per l’esercizio finanziario 2016 che varia dai 3.24 franchi ai 3.36 franchi svizzeri per azione, da versare attingendo al conto capitale nel 2017.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3