Swisscom, cala il fatturato nel primo semestre 2009

di Eros Bartolomeo

Nel primo semestre del 2009 il fatturato netto di Swisscom è sceso dell’1,2% a 5’917 milioni di CHF e il risultato d’esercizio (EBITDA) del 3,8% a 2’235 milioni di CHF. A parità di corsi di cambio, il fatturato netto è aumentato dello 0,3% e l’EBITDA è diminuito del 2,7%. L’affiliata italiana Fastweb invece ha incrementato il fatturato nella valuta locale del 12,9%.

La crescita del numero di clienti e le nuove offerte non hanno permesso di compensare la persistente erosione dei prezzi sul mercato svizzero, equivalente a circa 200 milioni di CHF, e ciò ha provocato una flessione del fatturato netto in Svizzera attorno ai 150 milioni di CHF.

L’operating free cash flow (OpFCF), pari a 1’352 milioni di CHF, si è mantenuto appena sui livelli dell’anno precedente. L’utile netto del Gruppo è salito di 175 milioni di CHF, pari al 20,7%, a 1’021 milioni di CHF per effetto di un onere finanziario netto inferiore, ridotti ammortamenti e oneri straordinari registrati l’anno precedente in seguito allo scioglimento di accordi di leasing a lungo termine.


Benché la difficile situazione congiunturale, secondo l’attuale valutazione le previsioni finanziarie per l’esercizio 2009 rimangono invariate: Swisscom prospetta un fatturato netto compreso fra i 9,2 e i 9,3 miliardi di CHF, un EBITDA di 3,8 – 3,9 miliardi di CHF, nonché investimenti per circa 1,35 miliardi di CHF. Per Fastweb si prevede un fatturato di circa 1,8 miliardi di EUR, un EBITDA attorno ai 560 milioni di EUR e investimenti per approssimativi 415 milioni di EUR. L’operating free cash flow del Gruppo, inclusa Fastweb, dovrebbe collocarsi tra i 2,6 e i 2,7 miliardi di CHF.

Sul mercato svizzero, la costante erosione dei prezzi, pari a circa 200 milioni di CHF, dovuta alla pressione della concorrenza e alla regolamentazione (ad es. la liberalizzazione dell’ultimo miglio) ha provocato un minore fatturato netto. Poiché non ha potuto essere compensata attraverso la crescita del settore della comunicazione mobile nonché di Bluewin TV e dei collegamenti a banda larga, tale contrazione si è tradotta in una flessione del fatturato in Svizzera, equivalente a circa 150 milioni di CHF.
Il calo del fatturato netto di Swisscom IT Services è da attribuire alla diminuzione delle attività di gestione delle piattaforme software per istituti bancari nonché alla più difficile situazione economica nel settore dei progetti di tecnologia dell’informazione. Alla diminuzione del fatturato fa da contraltare un numero costantemente elevato di mandati, che si attestano a 368 milioni di CHF (anno precedente: 104 milioni) e influiranno sul fatturato solo con effetto ritardato.
L’utile netto del Gruppo è salito di 175 milioni di CHF (+20,7%) a 1’021 milioni di CHF per effetto di un onere finanziario netto inferiore, minori ammortamenti e oneri straordinari registrato l’anno precedente successivamente allo scioglimento di accordi di leasing a lungo termine. L’operating free cash flow ha subito una leggera flessione dello 0,5% passando a 1’352 milioni di CHF. Gli investimenti in immobilizzazioni e in altre immobilizzazioni immateriali, pari a 860 milioni di CHF, sono diminuiti del 6,8% soprattutto in seguito ad attività d’investimento con scadenze temporali diverse. Nell’arco di un anno, nonostante lo scorporo del Facility Management, il numero dei collaboratori è cresciuto dello 0,9% raggiungendo quota 19’970 posti a tempo pieno. Tale incremento è riconducibile essenzialmente al rilevamento della catena di filiali di The Phone House nel luglio 2008, al potenziamento del servizio alla clientela e all’acquisto di partecipazioni da parte di Swisscom IT Services.

  • Aumento della domanda da parte della clientela grazie a Bluewin TV e iPhone

Rispetto all’anno precedente, il numero dei collegamenti a banda larga DSL in Svizzera è aumentato di 96’000 unità a circa 1,8 milioni. Nel contempo, il numero dei collegamenti di rete fissa liberalizzati è salito a 82’000. L’effettivo dei clienti Bluewin TV è stato più che raddoppiato nell’arco di un anno e alla fine del secondo trimestre del 2009 ammontava a 165’000 unità, grazie anche all’attuale potenziamento dell’offerta per Video on Demand e contenuti sportivi esclusivi. Le modalità d’installazione semplificate introdotte lo scorso anno stanno riscuotendo un notevole successo: circa il 85% dei nuovi clienti mette in funzione Bluewin TV senza ricorrere all’assistenza di un tecnico di Swisscom.

Nell’arco di un anno il numero degli utenti di telefonia mobile in Svizzera ha denotato una progressione netta di 297’000 unità (+5,7%), raggiungendo quota 5,48 milioni. Il nuovo iPhone 3GS è stato introdotto sul mercato il 19 giugno 2009 e a fine mese erano stati venduti già 23.000 apparecchi della nuova generazione. Dal lancio dell’iPhone, avvenuto l’11 luglio 2008, le vendite per Swisscom nel complesso si sono aggirate intorno ai 267’000 apparecchi. Il fatturato generato dall’utilizzo dei nuovi servizi dati della telefonia mobile (senza SMS) da parte della clientela di Swisscom è aumentato del 20% a 192 milioni di CHF nell’arco di un anno. In seguito a riduzioni dei prezzi e a nuovi modelli tariffari, il fatturato medio al mese per cliente di telefonia mobile (ARPU) è sceso del 5,8% a 49 CHF, sebbene il numero medio di minuti fatturati mensilmente per ogni cliente di telefonia mobile (AMPU) sia rimasto praticamente stabile a 112.

  • Previsioni finanziarie invariate per il 2009

Nell’anno in corso, Swisscom si attende ancora un calo sul mercato svizzero conseguente al persistere di una forte pressione della concorrenza, alla liberalizzazione dell’ultimo miglio ed a un rallentamento della crescita nel mercato della telefonia mobile e della banda larga. Per l’esercizio 2009 Swisscom prospetta, senza l’apporto di Fastweb, un fatturato netto tra i 9,2 e i 9,3 miliardi di CHF, inferiore di al massimo 300 milioni di CHF rispetto all’anno precedente, un EBITDA tra i 3,8 e i 3,9 miliardi di CHF e investimenti per approssimativi 1,35 miliardi di CHF. Per Fastweb si prevede un fatturato di circa 1,8 miliardi di EUR, un EBITDA attorno ai 560 milioni di EUR ed investimenti per un ammontare di 415 milioni di EUR. L’operating free cash flow del Gruppo, Fastweb inclusa, dovrebbe collocarsi tra i 2,6 e i 2,7 miliardi di CHF.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3