Swisscom, Fastweb testa d’Ariete per il mercato italiano

di Eros Bartolomeo

Arrivano dalla stampa svizzera ulteriori conferme sulla volontà di Swisscom di continuare ad investire sul mercato italiano.

L’obiettivo è quello di aumentare le quote di mercato nelle TLC della penisola come ha evidenziato l’analisi con il portavoce Sep Huber da parte di cash.ch.

Con l’acquisizione completa di Fastweb, infatti, Swisscom si sta preparando per un’ulteriore espansione in Italia con possibili acquisizioni in programma.

L’obiettivo di espandersi in Italia è chiaro, da un lato tramite Fastweb, dall’altro con acquisti. Dopo gli scandali del caso Fastweb dei mesi scorsi, il tutto sembra poter ripartire. Come dice lo stesso Carsten Schloter: “Questione di tempo

Dichiarazione che nel corso dei mesi comunque è evoluta con una considerazione: “Il mercato italiano rimane molto attraente“. Tanto che Sepp Huber, portavoce Swisscom, dice: “Partiamo dal presupposto che sapremo qualcosa nell’autunno del 2010“, l’obiettivo è quello di riavere Stefano Parisi come A.D. al timone di Fastweb.
Questo, segnala la stampa elvetica, aprirebbe la strada per gli acquisti nelle TLC italiane con la consapevolezza che Bruxelles e Fastweb condividono lo stesso cavallo da corsa da usare per arrivare all’obiettivo.

L’attenzione si concentra sui fornitori di business-to-business con i servizi FW relativi alle infrastrutture, in particolare nel settore aziendale. Una strada sembra esclusa: l’acquisizione o la partecipazione con gestori di telefonia mobile i cui investimenti sono troppo alti. Il focus diventerebbe quindi quello di concentrarsi sui servizi ad alto margine, sulla banda larga – specie se arriva la spinta politica dell’UE in tal senso – e sui clienti commerciali.


Tutte le strade portano a Roma. Anche Swisscom pare averlo intuito.

| via cash.ch

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3