App iO Swisscom

Patrouille des Glaciers: più sicurezza e copertura grazie a Swisscom

di Redazione

Patrouille des GlaciersLa maggiore e più impegnativa gara di scialpinismo al mondo è una sfida enorme per tutti i partecipanti. E non solo per loro. Anche la tecnologia deve consentire di far fronte alle altitudini, alle condizioni meteorologiche estreme e alle caratteristiche geomorfologiche alpine. È la quinta volta che Swisscom garantisce nel quadro della Patrouille des Glaciers la comunicazione fra partecipanti, organizzatori e spettatori.

L’apposita copertura di telefonia mobile lungo tutto il percorso di 53 km permette di localizzare in ogni momento i partecipanti garantendo così una maggiore sicurezza. Con una rete radio speciale, Swisscom interconnette inoltre gli organizzatori e gli ausiliari della Patrouille durante la gara. Grazie a un’app sviluppata da Swisscom appositamente per la Patrouille des Glaciers, gli spettatori seguono in diretta la gara e le squadre che vi partecipano. Quest’anno ha luogo la 19a edizione della Patrouille dal 29 aprile al 3 maggio.

Salite e discese fra le più estreme come pure condizioni meteorologiche e geografiche di alta montagna spingono al limite le capacità dei partecipanti alla Patrouille des Glaciers. Nel tratto da Zermatt o Arolla fino a Verbier, gli organizzatori e i partecipanti devono quindi essere costantemente reperibili e localizzabili. Per poter segnalare l’esatta ubicazione delle squadre, i partecipanti vengono dotati di un minicellulare speciale, adatto a condizioni meteorologiche estreme. L’apparecchio funge anche da trasmettitore d’emergenza: quando si preme il tasto per le chiamate d’emergenza non stabilisce solo una comunicazione vocale con la centrale d’emergenza, ma invia automaticamente anche un SMS con le coordinate GPS esatte. Viene così garantita maggiore sicurezza alle squadre.

Rete di telefonia mobile capillare sull’intero tracciato Per la Patrouille des Glaciers Swisscom installa due reti temporanee lungo tutto il tracciato della gara che è di 53 chilometri. La rete di telefonia mobile serve fra l’altro a trasmettere i dati dei partecipanti, mentre la rete radio assicura la comunicazione fra gli organizzatori. Per l’installazione delle reti di comunicazione, Swisscom lavora a stretto contatto con il comando della Patrouille des Glaciers e la Base d’aiuto alla condotta dell’esercito. La realizzazione di una rete temporanea nelle alpi vallesane non è infatti un compito di routine e rappresenta una grande sfida anche per l’azienda di telecomunicazioni leader in Svizzera: il terreno di alta montagna complica il trasporto dell’equipaggiamento e le basse temperature ne possono compromettere il funzionamento. Preparazione e pianificazione richiedono diversi mesi. Nella fase di realizzazione gli specialisti di Swisscom vengono assistiti sul posto da una ventina di militi. Si trasportano in alta montagna più di tre tonnellate di materiale – stazioni di base, antenne, ripetitori e altre attrezzature di telecomunicazione. Durante la competizione, 30 specialisti di Swisscom sorvegliano entrambe le reti di telecomunicazione in modo che all’occorrenza sia possibile aiutare rapidamente le squadre in qualsiasi momento.

 

Tutto in diretta Anche per il cronometraggio e la registrazione dei dati occorre soddisfare elevatissimi requisiti qualitativi. Datasport, un’affiliata di Swisscom, affianca anche questa edizione della Patrouille in veste di prestatore di servizi specialistici per manifestazioni sportive. Registra tempi e stila statistiche in tempo reale tenendo costantemente aggiornati sull’andamento della gara gli organizzatori, i partecipanti, gli spettatori e anche chi è rimasto a casa. Con l’app Patrouille des Glaciers creata da Swisscom, famiglie, amici, appassionati di sci e tifosi possono seguire i partecipanti per cinque giorni in ogni tappa della gara. L’app fornisce informazioni sulla configurazione dei tracciati, le classifiche, l’ubicazione delle singole squadre. Swisscom ha apportato dei miglioramenti all’app, ad esempio la visualizzazione delle mappe in formato orizzontale di più agevole lettura. Un’altra novità è la possibilità di seguire la gara anche su tablet. L’app è disponibile da subito nell’App Store e in Google Play.

Più sicurezza anche per i visitatori della Patrouille des Glaciers – grazie alla funzione per chiamate d’emergenze di Uepaa L’app Patrouille des Glaciers non fornisce solo informazioni sulla gara e gli agonisti. Permette a tutti gli utenti di chiedere aiuto premendo semplicemente un pulsante se sono confrontati loro stessi a un’emergenza. Swisscom si avvale a tal fine di un servizio della neoimpresa Uepaa che ha sviluppato la prima app di sicurezza outdoor con cui è possibile allertare ovunque i servizi di pronto soccorso.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3