startupchallenge

Swisscom lancia lo StartUp Challenge 2016

di Redazione

startupchallengeSwisscom lancia lo StartUp Challenge 2016: si cercano start-up ad alta tecnologia, in particolare nei settori IT e telecomunicazioni, Internet of Things, Big Data e FinTech. Una giuria di rinomati esperti sceglierà i cinque vincitori, che potranno prendere parte a un programma di Business Acceleration nella Silicon Valley. In palio vi è inoltre l’opportunità di un investimento o una collaborazione con Swisscom. Il termine ultimo per candidarsi è il 15 maggio 2016.

Con lo StartUp Challenge Swisscom offre la possibilità di partecipare a un programma di Business Acceleration di una settimana nella Silicon Valley. In tale occasione, i giovani imprenditori potranno far esaminare in dettaglio il loro modello aziendale da mentori e stabilire preziosi contatti con partner e investitori internazionali.

 

Una giuria di rinomati esperti selezionerà le cinque migliori start-up Per staccare un biglietto per il programma di Business Acceleration, le start-up dovranno dare il meglio di sé durante la procedura di selezione. In collaborazione con il suo partner venturelab, Swisscom invita dieci neoimprenditori a un pitch, che quest’anno si terrà nel campus dell’Ecole polytechnique fédérale de Lausanne (EPFL), dove Swisscom e l’EPFL stanno creando, nell’ambito della loro partnership strategica, un centro di competenza per la digitalizzazione. Le start-up saranno valutate da una giuria di prestigiosi esperti, di cui fanno parte, tra l’altro, Roger Wüthrich-Hasenböhler (Chief Digital Officer Swisscom) e Adrienne Corboud (vicepresidente dell’EPFL). Le cinque migliori start-up voleranno alla volta della Silicon Valley. 

Vincitori 2015: viaggio nella Silicon Valley come trampolino di lancio per investimenti Lo scorso anno si sono candidati allo StartUp Challenge oltre 150 interessati. Per i vincitori del 2015 la partecipazione è stata la chiave del successo, come ad esempio per Ava Women (www.avawomen.com). A seguito del viaggio nella Silicon Valley, la start-up si è assicurata investimenti per 2 milioni di CHF. Basandosi su tecnologie sensoriali e analisi di big data, Ava ha messo a punto un weareable (tecnologia da indossare) che aiuta le coppie a concepire . «La settimana Swisscom è stata molto proficua per Ava poiché da quest’anno la nostra società inizierà ad operare dagli Stati Uniti. Suggerirei questo viaggio a qualsiasi start-up che voglia conoscere l’impegnativo e dinamico ecosistema delle start-up della Silicon Valley» afferma Lea von Bidder, cofondatrice e responsabile marketing di Ava.

 

Anche Crowd (www.getcrowdapp.com) si è aggiudicata nei pitch un investimento Swisscom. L’app facilita l’organizzazione del tempo libero e si basa su algoritmi autopprendenti sviluppati insieme al Politecnico di Zurigo. Così descrive il CEO, Simon Heinzle, la settimana nella Silicon Valley: «Intensiva, entusiasmante e soprattutto ricca di investor pitch, meeting con potenziali partner e imprenditori di successo – un’occasione unica per Crowd!»

Swisscom StartUp Challenge – una storia di successo con un totale di oltre 450 partecipanti Swisscom si impegna molto a favore delle start-up e dal 2000 ha investito complessivamente oltre 100 milioni di CHF nelle giovani imprese. Lo StartUp Challenge è l’elemento centrale del suo impegno. Quest’anno avrà luogo per la quarta volta e, con oltre 450 partecipanti ad oggi, è già una storia di successo. Swisscom e aziende partner hanno già investito complessivamente oltre 50 milioni di CHF nei 30 finalisti del Challenge. «Per giovani creatori di tecnologie di punta gli investimenti rappresentano un importante trampolino di lancio per il successo. Con il nostro impegno a favore delle start-up potenziamo la forza innovativa delle giovani imprese e promuoviamo le PMI del futuro», afferma Roger Wüthrich-Hasenböhler, Chief Digital Officer di Swisscom.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3