fibra-ottica-telecom

TIM e Comune di Salerno: già operative in città le nuove reti in fibra ottica e LTE

di Redazione

TIM “Big Data in Business- discovering & leveraging for Value Creation”Grazie ad un investimento di 7 milioni di euro, Salerno è tra le prime città d’Italia a poter vantare infrastrutture telefoniche di nuova generazione che sono già pienamente operative al servizio di cittadini e imprese. Gli importanti interventi infrastrutturali riguardanti la realizzazione delle reti ultraveloci nella città per la telefonia fissa e mobile, sono stati illustrati la scorsa settimana da Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno, e da Vincenzo Genovese,  Responsabile Access Operations Campania di Telecom Italia.

Dall’avvio del progetto che ha visto TIM impegnata nella realizzazione della nuova rete in fibra ottica NGAN (Next Generation Access Network) e di quella mobile 4G anche nella versione più evoluta (il 4G Plus), a Salerno l’ultrabroadband è già realtà. Questo risultato è stato ottenuto grazie agli importanti investimenti fatti da TIM e alla collaborazione con il Comune di Salerno, fattori che hanno consentito di realizzare rapidamente le attività di scavo e di posa minimizzando sia i tempi d’intervento sia i relativi costi e l’impatto sulla città.

A Salerno il programma di copertura della città ha già interessato quasi  45mila unità immobiliari pari a circa l’85% della popolazione grazie alla posa di circa 132 chilometri di cavi in fibra ottica (di cui solo 8,4 con scavo,  di tipo innovativo e a basso impatto per la popolazione).

In particolare risultano già interamente coperte dalla fibra ottica il centro città e i quartieri di Mercatello, Pastena e Torrione.
Il risultato raggiunto conferma l’impegno di TIM e dell’Amministrazione comunale per portare in tempi brevi la connessione Internet fino a 50 Megabit/s a famiglie e imprese, ponendo in questo modo Salerno nell’élite delle città italiane dove sono disponibili i servizi “Fibra” di TIM basati sulla tecnologia FTTCab (Fiber to the Cabinet).

Salerno inoltre è già inserita nel nuovo piano nazionale di cablaggio TIM in tecnologia FTTH (Fiber To The Home), che prevede entro marzo 2018 di raggiungere 100 città italiane portando i collegamenti superveloci fino agli edifici. Si tratta di un innovativo piano che estende la fibra ottica fino alle abitazioni, consentendo connessioni super-veloci a partire da 100 Megabit al secondo e potenzialmente fino a 1 Giga (1.000 Megabit), con l’obiettivo di garantire una ancora più elevata qualità nella fruizione di contenuti video in HD e una migliore esperienza di navigazione. I primi quartieri della città saranno collegati già entro il 2016.

I servizi “Fibra” di TIM offrono già oggi una connessione super-veloce a 50 megabit al secondo in download con prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione in rete, consentendo la fruizione di contenuti multimediali contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV. Con la fibra, infatti, è possibile accedere a contenuti video di particolare pregio anche in HD, grazie all’offerta SKY TIM, a quella Netflix  e a Mediaset Premium on line, disponibile anche con la UEFA Champions League tramite il decoder TIMVision. Le imprese inoltre possono accedere al mondo delle soluzioni professionali IT di Impresa Semplice, sfruttandone al meglio le potenzialità grazie alla connessione in fibra ottica. Ma la banda ultralarga abilita anche applicazioni innovative come la telepresenza, la videosorveglianza, i servizi di cloud computing per le aziende e quelli per la realizzazione del modello di città intelligente per le amministrazioni locali, tra cui la sicurezza e il monitoraggio del territorio, l’infomobilità e le reti sensoriali per il telerilevamento ambientale.

“Siamo lieti che Salerno  sia tra le prime città italiane ad avere infrastrutture di rete di TLC moderne che consentono ai cittadini e alle imprese di usufruire di servizi innovativi, come ad esempio vedere film in HD e 3D, ascoltare musica in streaming di alta qualità e tutta la potenzialità dei servizi Cloud, che contribuiscono allo sviluppo dell’economia locale – ha dichiarato Vincenzo Genovese,  Responsabile Open Access Campania di Telecom Italia – Nell’ambito del programma nazionale per lo sviluppo delle reti a banda ultralarga fissa e mobile, TIM ha deciso di dedicare alla città di Salerno una quota molto significativa del proprio piano di investimenti. A Salerno la nuova rete in fibra ottica e quella mobile 4G Plus sono già realtà, grazie anche alla fattiva collaborazione dell’Amministrazione comunale”.

“Il Comune di Salerno– ha sottolineato il Sindaco Vincenzo Napoliè particolarmente virtuoso nell’utilizzo delle nuove tecnologie per la trasparenza amministrativa e la semplificazione dei rapporti burocratici con i cittadini e le imprese del territorio. L’innovazione tecnologica rende più semplice la vita dei nostri concittadini e permette al tempo stesso una più efficace e moderna gestione dei servizi comunali. In un momento sociale ed economico dove le risorse pubbliche sono sempre più esigue, specialmente per gli Enti Locali, le nuove tecnologie e la sinergia virtuosa con aziende protagoniste dell’innovazione come TIM può contribuire allo sviluppo della democrazia e della partecipazione civica”.

Per quanto riguarda la telefonia mobile, a Salerno è stato lanciato recentemente il nuovo servizio 4G Plus di TIM, la tecnologia LTE Advanced che consente di raggiungere velocità reali di trasmissione pari a circa il doppio di quelle attualmente disponibili. TIM ha realizzato sull’intero territorio comunale la nuova rete 4G raggiungendo una copertura prossima alla totalità della popolazione, attivando in alcune zone il 4G Plus che offre connessioni fino a 225 Megabit al secondo in download, con prestazioni e livelli di servizio che migliorano nettamente l’esperienza della navigazione internet e la fruizione di contenuti innovativi in mobilità, come il video streaming in HD.

Con la realizzazione di infrastrutture ultrabroadband e di soluzioni dedicate, viene confermato nella città di Salerno il comune impegno nell’innovazione sul territorio e nella diffusione dei servizi che esse abilitano, contribuendo in questo modo alla crescita sostenibile dell’economia locale e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3