InstantClassroomPICb

Instant Classroom, un kit per la scuola digitale che darà l’accesso all’istruzione nei campi profughi

di Redazione

Instant Classroom VodafoneFondazione Vodafone lancia il progetto Instant Classroom, un kit per la scuola digitale che può essere installato in pochi minuti, e darà ai giovani dei campi profughi di Kenya, Tanzania e Repubblica Democratica del Congo l’accesso ad una istruzione di base.

Instant Classroom è stato sviluppato specificatamente per le aree in cui elettricità e connessione Internet sono instabili o inesistenti, ed è realizzato in partnership con le Unità Innovazione e Istruzione dell’UNHCR. 

Il kit per Instant Classroom viene spedito in una custodia sicura e resistente da 52kg, al cui interno si trovano un laptop, 25 tablet con preinstallati dei software didattici, un proiettore, delle casse ed un modem hotspot con connettività 3G. I tablet possono essere collegati al laptop a livello locale, consentendo ai docenti di trasmettere contenuti ed applicazioni agli studenti senza la necessità di accedere ad internet.

Tutti i componenti del kit possono essere collegati simultaneamente ad un’unica fonte di alimentazione, e dopo 6-8 ore di carica, possono essere utilizzati per un’intera giornata in aula senza aver bisogno di corrente elettrica.

Nel corso del 2015, Fondazione Vodafone porterà  Instant Classroom in 12 scuole presso le strutture in cui vengono alloggiati i profughi a Kakuma in Kenya, a Nyarungusu in Tanzania e nella Regione Equatoriale della Repubblica Democratica del Congo. Instant Classroom fornirà a 15.000 bambini e giovani di età compresa tra 7 e 20 anni una serie di ausili didattici avanzati attualmente disponibili soltanto in alcune scuole dei Paesi sviluppati.

si basa sull’esperienza della Fondazione Vodafone su programmi di apprendimento basati su tablet. Gia’ nel 2014, infatti, Fondazione Vodafone ha lavorato con le unità Istruzione e Innovazione dell’UNHCR per sviluppare il programma Instant Network Schools, che ha fornito un programma di didattica su tablet a circa 18.000 giovani nel campo profughi di Dadaab, nel Kenya settentrionale. Gli insegnanti delle scuole di Dadaab hanno dichiarato che le lezioni basate sul tablet hanno avuto un riscontro talmente positivo che la frequenza degli alunni è aumentata del 15 %.

Nel corso dei prossimi due anni, il programma Instant Network Schools della Fondazione Vodafone sara’ esteso per fornire supporto ad altre scuole presso i campi profughi di Kenya, Tanzania e della Repubblica Democratica del Congo, con lobiettivo di raggiungere oltre 40.000 bambini e giovani adulti.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3