Antenne su Monte Secchiata (Toscana)

Come cambiano le frequenze del digitale terrestre TV per il 5G

di Redazione

La delibera 39/19/CONS* AgCom aggiorna il piano nazionale di assegnazione delle frequenze da destinare al servizio televisivo digitale terrestre (PNAF).

L’elaborazione del PNAF ha tenuto in considerazione, delle novità introdotte nell’art. 8 del Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici dai commi 1101 e 1102 relativamente alla riserva di capacità trasmissiva destinata alla diffusione di contenuti in ambito locale. Per intendersi, meno multiplex – da 4 a 2 – per le Tv locali,.

Nel dettaglio, il PNAF pianifica le frequenze per le seguenti reti digitali terrestri:

  • 12 reti nazionali in banda UHF, di cui una decomponibile per macroaree e una integrata da frequenze della banda III-VHF;
  • 1 rete locale di 1° livello in banda UHF con copertura non inferiore al 90% in ciascuna area tecnica (ad eccezione dell’area tecnica 3 in cui sono pianificate 2 reti locali di 1° livello e delle sub-aree tecniche 4a e 4b in cui sono pianificate ulteriori 3 reti locali di 1° livello);
  • 1 o più reti locali di 2° livello in banda UHF senza vincolo di copertura nel bacino di riferimento, in ciascuna area tecnica.

Le risorse frequenziali pianificate per le reti nazionali e per le reti locali di 1° livello sono riportate nell’allegato 1 del provvedimento.

Le risorse frequenziali pianificate per le reti locali di 2° livello sono riportate nell’allegato 2 al presente provvedimento.

I vincoli radioelettrici, valevoli ai fini della presente pianificazione, sono specificati nel documento di pianificazione di cui all’allegato 3 al presente provvedimento.

Come segnala il Corriere delle Comunicazioni in questo modo viene riorganizzato lo spettro radio in vista della “presa di possesso” delle frequenze da parte degli operatori Tlc – che ne hanno acquistato i diritti d’uso nel corso dell’asta 5G – con un nuova destinazione dunque per la banda 700 Mhz (attualmente occupata dalle emittenti televisive) che deve essere liberata entro il 2022. E nuova organizzazione degli spazi per accogliere le trasmissioni delle emittenti che devono “traslocare” verso altre bande.

* Source agcom.it (PDF)

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3