Antitrust, a Wind la prima multa del 2011

di Valerio Longhi

Il primo procedimento del nuovo anno solare dell’Antitrust trova subito tra le varie aziende colpite i gestori telefonici.

La prima multa del 2011 tocca a Wind riguardo alla diffusione da parte del gestore arancione, nel periodo 21 settembre-23 dicembre 2009, di alcuni messaggi SMS diretti a promuovere il servizio di fornitura di contenuti per telefoni cellulari denominato “Wind sfondi mania” mediante l’abbinamento dell’iniziativa commerciale a un concorso a premi. Il procedimento nasce dai clienti stessi.

L’autorità infatti fa notare come a seguito delle segnalazioni di quattro consumatori, pervenute nel periodo ottobre 2009 – agosto 2010 tramite la Direzione Contact Center dell’Autorità, in data 28 aprile 2010 sono state richieste a Wind alcune informazioni ritenute utili alla valutazione della fattispecie in esame.

In particolare l’Antitrust nel proprio documento finale ha evidenziato come tali messaggi SMS non contenessero indicazioni sufficienti circa le modalità di svolgimento del concorso collegato al suddetto servizio, elemento suscettibile di influenzare la scelta del consumatore circa l’attivazione o meno del servizio “Wind sfondi mania” e l’acquisto dei relativi contenuti.


Più specificamente è stato scritto che i messaggi in questione incentivavano il consumatore ad avviare o proseguire la propria partecipazione al concorso senza menzionare: (i) che l’invio di due messaggi SMS al numero 4141 avrebbe comportato la ricezione di diversi SMS concatenati recanti domande di attualità e (ii) che, rispondendo alle suddette domande, il consumatore avrebbe conseguito (in funzione dei punti ricevuti) maggiori possibilità di vincita dei premi offerti nell’ambito del concorso.

Risultato? Per l’Agcm questa operazione costituisce “una pratica commerciale scorretta” per cui “ne vieta la diffusione o continuazione”, la sanzione finale è stata di 35.000 euro.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3