Nòverca, al via test NFC su SIM card

di Fabrizio Castagnotto

Nòverca, il primo full MVNO italiano, continua nella sua scelta di distinguersi dagli altri operatori dal punto di vista tecnologico e lo fa oggi lanciando un test per il pagamento tramite telefono cellulare, utilizzando la tecnologia NFC.

Il gruppo Giesecke & Devrient (G & D) ha annunciato infatti oggi la fornitura di SIM card dotate di tecnologia NFC a Nòverca per il primo progetto pilota in Italia per i pagamenti mobili lanciati da Banca Intesa Sanpaolo.

Seicento dipendenti e clienti di Banca Intesa Sanpaolo possono ora utilizzare i loro telefoni cellulari per effettuare i pagamenti contactless nelle città di Milano e Torino in più di 3.000 esercizi commerciali, i cui POS, forniti da Setefi (gruppo Intesa Sanpaolo).

Grazie alla tecnologia NFC (Near Field Communication), i clienti possono pagare i propri acquisti semplicemente avvicinando il cellulare ad un apposito lettore. In quanto pioniere dello sviluppo di NFC, G & D ha già contribuito ad avviare più di 40 progetti, fornendo soluzioni e servizi per l’installazione sicura e gestione di applicazioni NFC su dispositivi mobili.

Per garantire la sicurezza delle operazioni di pagamento è stata impiegata la nuova generazione di SIM NFC “Taurus” di Giesecke & Devrient. Il gruppo  sta fornendo le schede SIM a Nòverca, operatore italiano di rete virtuale, suo partner nel progetto pilota. G & D ha inoltre dotato le SIM card della funzionalità MasterCard ® PayPass ™ per operazioni di pagamento contactless, il che significa che i pagamenti mobili realizzati con questa tecnologia forniscono i medesimi standard di sicurezza dei pagamenti con carte di credito tradizionali.

“Questo progetto è un’importante pietra miliare sulla strada per l’introduzione di pagamenti mobili sul mercato italiano. La stretta collaborazione tra tutti gli attori dell’ecosistema mobile è un valore aggiunto tangibile per i propri clienti “, spiega Willem Bulthuis, Group Vice President Senior, Mobile Security, Global Marketing e Vendite, di G & D. “Con l’accesso a 3.000 terminali POS, gli utenti degli smartphone possono optare per il pagamento contactless per qualsiasi dei loro acquisti di tutti i giorni. La cosa più importante per noi è la sicurezza delle transazioni – vogliamo che gli utenti si sentano sicuri in qualsiasi momento quando utilizzano questa nuova tecnologia di pagamento “.

Banca Intesa Sanpaolo mette a disposizione dei 600 partecipanti al progetto pilota – che includono i propri dipendenti e clienti nonché i dipendenti delle università di Milano e Torino – con degli smartphone smartphone Samsung Wave S5780 NFC, che consentono loro di rendere veloce e conveniente operazioni di pagamento in una vasta gamma di negozi in entrambe le città. I partecipanti a questo progetto hanno anche la possibilità di ampliare la loro esperienza di comunicazioni mobili utilizzando un ampio portafoglio di servizi basati sulle tecnologie presenti nelle SIM card del MVNO Nòverca fornite dal gruppo G & D.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3