Wind Magnum: Spot TV con Fiorello

Wind 2, la batosta: da luglio la rimodulazione… rimodulata: ecco cosa cambia

di Valerio Longhi

Le rimodulazioni in casa Wind Tre sembrano non finire mai: si è solo da poco iniziato a diradare il polverone sollevato da tutte le variazioni tariffarie legate sia ai piani base Power 10 e Power 15 sia alle offerte ALL-IN del brand 3 Italia, che si torna ad infiammare il clima per una novità che colpirà parte dei clienti Wind.

Quel che è ancor più sconcertante di questa nuova modifica contrattuale è che va a colpire due piani tariffari, Wind 2 e Wind 2 Senza Scatto, introdotti in tempi recenti ed affibbiati a molti clienti Wind in precedenti rimodulazioni.

Una mossa a sorpresa e che andrà a colpire principalmente le fasce più deboli, coloro cioè che – non essendo molto informati – non hanno esercitato sinora la possibilità di cambiare piano verso uno senza canoni aggiuntivi o di passare ad altro operatore.

Con la consueta notifica tramite SMS, infatti, Wind sta comunicando a chi ha attivo uno di questi due piani tariffari base che, a partire dal prossimo 17 luglio 2017, il canone mensile passerà dagli attuali 2 Euro a ben 4 Euro: una rimodulazione che raddoppia il costo di tali tariffe, costo – lo ricordiamo – che non serve ad usufruire di alcun servizio o vantaggio aggiuntivo rispetto alla mera esistenza della SIM.

Questo il testo del messaggino in arrivo in queste ore:

Modifica contrattuale: per mutate condizioni strutturali di mercato dal 17/07/17 il costo di Wind 2 aumenta di 2 Euro ogni 30gg. Recesso dal contratto o passaggio ad altro operatore senza costi entro tale data. Info al 155 o su wind.it/wind-informa/

Alla pagina indicata nel breve testo non vi sono molti dettagli in più, se non le classiche giustificazioni generiche legate ad una sempre imprecisata modifica delle condizioni strutturali di mercato.

La modalità indicata da Wind per esercitare il diritto di recesso previsto dal Codice delle Comunicazioni Elettroniche è la consueta (raccomandata A.R. all’indirizzo Wind Tre S.p.A. Casella Postale n. 14155, Ufficio Postale Milano 65 – 20152 Milano), senza menzionare altre possibilità, tra cui ricordiamo l’invio della medesima richiesta tramite e-mail certificata (PEC) oppure la semplice richiesta di variazione del piano tariffario verso Wind Senza Scatto.

Presti poi particolare attenzione chi avesse un vincolo legato all’acquisto di un device (smartphone, tablet, ecc.) a rate: in questo caso il recesso è previsto per l’offerta in sé, ma le rate del dispositivo andranno comunque pagate, a quanto pare con la possibilità di scegliere se mantenere in essere la rateizzazione o saldare tutto in un’unica soluzione.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3