3 Italia: salgono i clienti, cala l’ARPU

di Andrea Trapani

Ci siamo occupati qualche giorno fa sul numero dei clienti Umts in Italia, son stati da poco resi noti i dati dell’intero gruppo Hutchison Whampoa di cui fa parte 3 Italia.

Ora arrivano i dati 2008 con alcuni interessanti spunti: crescono i ricavi, mentre cala l’ARPU (ossia “Average Revenue Per Unit“, i ricavi medi per cliente). Oltre mezzo milione i clienti dei servizi di internet mobile, mentre gli abbonati arrivano a quota un terzo del totale. Di seguito tutti i dettagli relativi alle perfomance del Gruppo 3 e, nello specifico, di 3 Italia.

3 Italia a 8,885 milioni di clienti, con 1,725 miliardi di euro di fatturato nel 2008 e ARPU a 25,34 euro. I clienti con Internet Key superano quota 500mila mentre arriva a 20 Terabyte il traffico dati trasportato sulla rete di 3 ogni giorno.

Hutchison Whampoa ha annunciato oggi i risultati 2008 dal Gruppo 3 con le attività UMTS in Australia, Austria, Danimarca, Hong Kong, Irlanda, Israele, Italia, Macao, Regno Unito e Svezia.

Nel 2008 la customer base del Gruppo 3 nel mondo è cresciuta del 17% e al 25 marzo 2009 si attesta a 20,7 milioni di clienti. Rispetto all’anno precedente, i clienti del Gruppo 3 con connessione Internet in banda larga mobile sono aumentati del 305%, arrivando a toccare quota 2,5 milioni a fine 2008.

L’ARPU totale del Gruppo 3 si è attestato a 33,50 euro, registrando una flessione del 16% rispetto al valore del 2007. Questo risultato riflette gli interventi regolatori che hanno portato alla riduzione dei costi di terminazione e delle tariffe di roaming in alcuni mercati, e l’aumento dei clienti “Internet” che utilizzano la banda larga mobile sul totale della customer base.

Nonostante la flessione dell’ARPU, il Gruppo 3 ha migliorato la marginalità lorda sui ricavi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Nel 2008 i ricavi totali del Gruppo 3 hanno registrato un incremento dell’1%, attestandosi a 5,56 miliardi di euro, mentre le perdite operative nette (LBIT) hanno registrato un calo del 39%, a circa 1 miliardo di euro. In assenza di condizioni di mercato avverse o di interventi regolatori avversi, il management del Gruppo 3 si aspetta di raggiungere l’EBIT positivo su base annuale nel 2009.

L’EBITDA al lordo dei CACs (costi d’acquisizione clienti) del Gruppo 3 si è attestato a 1,782 miliardi di euro, con un incremento del 5% rispetto al 2007. Il management del Gruppo 3 ha messo l’incremento del cash-flow registrato nel corso dell’anno al servizio delle attività d’acquisizione e di retention dei clienti, focalizzandosi su quelli ad alto valore, con conseguente aumento dei CACs del 18% a 1,87 miliardi di euro rispetto al 2007, nonostante la riduzione del costo unitario per acquisizione.

Risultati di 3 Italia

3 Italia ha chiuso il 2008 con 8,5 milioni di clienti, con un incremento del 5% rispetto a fine 2007. Al 25 marzo 2009, 3 Italia contava invece 8,885 milioni di clienti. Di questi, più di 500mila sono abilitati alla connessione Internet in banda larga mobile attraverso le Internet Key.

Nel corso del 2008, 3 Italia ha continuato nella sua strategia d’acquisizione di clienti ad alto valore: i clienti con contratto costituivano infatti il 32% del totale, contro il 26% di fine 2007.

L’ARPU totale calcolato sui clienti attivi si è attestato a 25,34 euro, registrando una flessione del 14% rispetto al dicembre 2007, mentre l’ARPU Dati costituiva il 31,7% dell’ARPU Totale.

Sempre a fine 2008, 3 Italia ha registrato ricavi per 1,725 miliardi di euro, in calo del 15% rispetto al 2007 per effetto della riduzione delle tariffe di terminazione e dell’aumentata pressione competitiva.

Cresce il traffico dati giornaliero trasportato sulla rete di 3 Italia, passato dai circa 5 Terabyte di fine 2007 agli oltre 20 di fine 2008, con un incremento del 300%.

La rete UMTS/HSPA di 3 Italia rimane la più estesa a livello nazionale, coprendo a fine 2008 circa il 90% della popolazione, con velocità fino a 7,2 Mbps in download e fino a 1,4 Mbps in upload. Nel 2010, il potenziamento della rete di 3 permetterà di raggiungere velocità fino a 21 Mbps in download e fino a 5,6 Mbps in upload.

* Tasso di cambio al 31/12/2008: 1€ = 10,85 HK$

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3