Passaggio a Tua Nove, il caso dei clienti Zero5 e Zero7 di 3 Italia

di Andrea Trapani

E’ apparsa nella giornata di ieri, sul nostro forum, la prima segnalazione di un cliente H3G che si è visto trasformare il proprio piano abbonamento Zero5/Zero7 in Tua9.

Stavolta pare non esserci nessuna rimodulazione, quel che sta facendo 3 Italia è semplicemente il cambio piano forzato ad alcuni clienti che – molto probabilmente – hanno superato i limiti di utilizzo in vigore per coloro che hanno sottoscritto abbonamenti dal dicembre 2007: la punizione è quella del passaggio obbligatorio a un nuovo piano, Tua 9, non particolarmente attrattivo.

E’ corretto tutto ciò?
3 lo fa appellandosi alle condizioni di utilizzo, avvisando tramite sms, trasformando i clienti ‘impattati’ nel vecchio piano (riesumato giusto per l’occasione) Tua9. Così i circa 4000 “sfortunati” (tale pare essere la cifra dei cosiddetti ‘impattati’, ndr) si trovano costretti ad accettare le ben peggiori condizioni del nuovo piano: tutto questo ovviamente solo se i parametri a cui fa riferimento H3G siano stati veramente superati.

Infatti, l’SMS ‘incriminato’ pur recitando così

“Ti informiamo che dal 22/7 il tuo piano tariffario sara’ Tua9 in applicazione delle condizioni di uso del servizio previste dal piano. Per info chiama il 133”

lascia aperte molte situazioni.

Al di la della leicità di usare il servizio di messaggistica per avvisare l’utente di una rimodulazione (vedasi “Il valore di un SMS”, nda), c’è da notare che le “condizioni di uso del servizio” sono state introdotte successivamente al lancio del piano telefonico Zero5. Come scrive lo stesso sito tre.it nella pagina del servizio si evince che:

Per tutti gli attivati con Piano Abbonamento Zero 5 dal 1° Dicembre 2007, oltre alle Condizioni Generali di Contratto in vigore, si applicano le seguenti ulteriori restrizioni:
– traffico (voce o SMS) mensile complessivo verso un singolo operatore, non 3, inferiore al 60% del traffico totale uscente
– il totale dei minuti di chiamate ricevute nel mese deve essere superiore al 5% dei minuti totali di chiamate effettuate nel mese;
Qualora dai sistemi di rete 3 non risultasse soddisfatta anche una sola delle condizioni sopra indicate, previa comunicazione al cliente, 3 si riserva la possibilità di applicare le condizioni economiche del Piano Tariffario TuaNove.

Chi pensa di essere in regola e di non rientrare nelle limitazioni (attivazione precedente all’1.12.2007) e/o di non aver superato i parametri a questo punto deve munirsi di fatture, contratto e cominciare a far lavorare un po’… l’Ag.Com.

Certo che se si vuole rimanere in 3 senza rischiare nulla, converrà attivare una ricaricabile con piano Autoricarica, che in caso di violazioni delle condizioni d’uso (peraltro imposte da 3 ai suoi nuovi clienti, ndr), prevede la paradossale applicazione punitiva dello stesso piano… Autoricarica!

IMPORTANTE: Per chi volesse seguire la situazione è intanto attiva una discussione dedicata agli impattati “Tua Nove” sul forum di Mondo3 (cliccare per seguire il thread).

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3