Tutti i numeri di Iliad 2018: i clienti in Italia sono 2,8 milioni, obiettivo 3.500 antenne entro l’anno

di Redazione

Sono arrivato i dati di Iliad SA per lo scorso anno. Come spiegato nella nota stampa, il 2018 ha visto il Gruppo gettare le basi per un nuovo ciclo di crescita, attraverso alcune fattori chiave, tra cui vengono messi in primo piano la trasformazione, l’innovazione, gli investimenti, l’ambito internazionale, i nuovi mercati e la forza lavoro.

Il Gruppo Iliad fornirà dettagli sugli obiettivi principali della sua strategia di crescita e innovazione per i prossimi anni verso la metà di aprile.

Dati chiave per il 2018

Gruppo ILIAD SA
i) I ricavi consolidati sono aumentati dello 0,6% a € 4,9 miliardi. Escludendo le vendite di terminali, la crescita è stata dell’1,6%.
ii) Il successo del lancio di Iliad in Italia e i risultati economici in Francia grazie alle prestazioni del business Free Mobile.
iii) Solida struttura finanziaria, con una leverage ratio di 2,3x EBITDA e un significativo livello di liquidità.

Francia
i) Successo per la strategia di differenziazione messa in atto dal Gruppo sia nella attività di rete fissa che in quelle della telefonia mobile:
a) Raddoppio (o quasi) della base di abbonati in FTTH per un totale di 983.000 clienti a fine 2018.
b) +722.000 clienti netti aggiunti di sottoscritto del piano 4G Free Mobile Unlimited (50/100 GB per gli abbonati non Freebox), ovvero 7,8 milioni di abbonati.

ii) Le vendite sono comunque influenzate da un ambiente competitivo più aggressivo nel 2018:
a) tra cui la contrazione base di abbonati per il piano mobile da 2€/mese (€ 0/mese per gli abbonati Freebox, ndr) e per la rete fissa a causa della scadenza di alcune promozioni.

iii) Il Gruppo ha intensificato il lancio delle sue attività di rete fissa e mobile, rendendolo il principale operatore alternativo di reti di ultima generazione:
a) Copertura dell’FTTH nel corso dell’anno aumentata più del 50%, arrivando a quasi 10 milioni di socket collegabili; le offerte Fiber del Gruppo sono ora disponibili in oltre 90 dipartimenti.
b) Migliore velocità media in fibra per il secondo anno consecutivo, con una velocità di download media di 453 Mbps.
c) Il Gruppo sta mantenendo un ritmo senza precedenti nel lancio nella rete mobile, con quasi 2.400 nuovi siti entrati in servizio nel 2018. Nel febbraio 2019, Free ha superato il traguardo di 15.000 stazioni base, ottenendo un tasso di copertura di oltre il 96% della popolazione francese.
d) Miglior operatore alternativo in termini di velocità media di download per la rete 4G – 45 Mbps, ndr – oltre il 30% più veloce rispetto agli altri due operatori alternativi della Francia. Le ottime prestazioni della rete 4G del Gruppo si riflettono nell’utilizzo medio mensile di dati per utente di 4G, che era pari a 10,9 GB nel 2018, uno dei livelli di utilizzo più elevati in Europa.

Informazioni finanziarie su Free France

i) La performance finanziaria complessiva rimane solida nonostante un ambiente estremamente competitivo che ha portato a una contrazione della base di abbonati e ridotto dell’1,1% sulle entrate (escluse le vendite di terminali).
ii) I ricavi delle linee fisse diminuiscono del 3% in un contesto di forti promozioni, a causa della forte concorrenza e dell’aliquota IVA più elevata.
iii) I ricavi dai clienti mobili aumentano del 4% su base annua, nonostante una diminuzione della base totale di abbonati, che riflette il miglioramento del cosiddetto mix di abbonati.
iv) Il punto basso è stato raggiunto nel quarto trimestre del 2018, ma le iniziative commerciali e di marketing lanciate nel corso dell’anno dovrebbero guidare il ritorno alla crescita dei ricavi per il business di rete fissa nel 2019 e rilanciare la crescita dei ricavi fatturati agli abbonati nel settore Mobile .
v) EBITDA fino a oltre 1,8 miliardi di euro, pari al 37,9% dei ricavi, a dimostrazione del successo della strategia di investimento del Gruppo nelle sue reti e nonostante una contrazione dell’EBITDA per il business di rete fissa.
vi) Utile in rialzo del 13% in Francia (€ 476 milioni), basato su una forte struttura del Gruppo, escludendo la quota dell’utile / (perdita) di eir.
vii) Ambiziose spese di investimento, pari a 1,55 miliardi di euro, a sostegno della rapida estensione della rete FTTH, dell’apertura di nuovi siti mobili e del lancio delle nuove Freebox.

Italia

Straordinario successo commerciale, con 2,8 milioni di abbonati nell’arco di 7 mesi e la creazione di un marchio go-to.
Si sono registrato € 125 milioni di ricavi con perdite d’esercizio pari 52 milioni di euro.
Altri dati: al 31.12 261 milioni di euro sono stati investiti nella rete italiana nonché sono stati pagati 342 milioni di euro per gli acquisti delle frequenze.

Al fine di continuare a implementare la propria strategia di crescita redditizia, il Gruppo si è prefissato i seguenti obiettivi:
i) Avere 3.500 siti alla fine del 2019.
ii) Accelerazione della crescita del business e la diffusione della propria rete mobile per migliorare il contributo l’EBIDTA
iii) Raggiungere l’Ebitda in parità, seppur con una quota di mercato inferiore al 10%.

In pratica la volontà è di far crescere significativamente le attività nel mercato italiano.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3