Barometro sociale 2021: nonostante la crisi, il Gruppo iliad registra ottimi risultati

di Martina Tortelli

Dal 1° al 9 aprile 2021, i 9.200 dipendenti del Gruppo iliad in Francia sono stati invitati a rispondere a un sondaggio sul cosiddetto “clima sociale” condotto dall’organizzazione indipendente Systemic Conseil.

Composta da 80 domande, l’indagine si è focalizzata su 13 temi quali la soddisfazione sul lavoro, l’ambiente di lavoro, l’autonomia, la sicurezza, le pratiche gestionali e il sentimento di appartenenza. I dipendenti sono stati anche interrogati sul loro morale attuale nel contesto della crisi sanitaria.

Il Gruppo ha registrato un alto tasso di partecipazione, con un totale di 5.215 dipendenti che hanno risposto, ovvero un tasso del 57%, contro un tasso generalmente compreso tra il 40 e il 50% per questo tipo di barometro con questa dimensione della forza lavoro.

Il Gruppo iliad ha registrato nel 2019 un tasso di soddisfazione complessivo del 74%, in forte aumento di 8 punti rispetto alla precedente edizione del barometro, nonostante il contesto di crisi sanitaria.

Maggioranza degli indicatori in aumento

I risultati del barometro 2021 sono stati confrontati con quelli dell’edizione 2019. Su 12 temi comparabili, 9 sono in aumento. Comunicazione di gruppo, metodi, strumenti e processi e pratiche gestionali sono le tre voci che hanno registrato i progressi più forti.

Un datore di lavoro dinamico

Questi risultati sono il risultato della politica perseguita dal Gruppo iliad per tutta la durata della crisi sanitaria, ma anche dei progetti di strutturazione delle risorse umane avviati negli ultimi mesi. Datore di lavoro dinamico, il Gruppo ha infatti visto aumentare la propria forza lavoro di quasi il 20% in 3 anni. Attualmente sono da coprire più di 600 posizioni, per lo più in professioni tecniche legate all’installazione, all’esercizio e alla manutenzione di reti fisse e mobili. iliad prevede inoltre di assumere più di 200 tirocinanti studio-lavoro nel 2021.

Bus Free – ©Crédit Sylvain Leurent.jpg

Il Gruppo è un datore di lavoro responsabile, che investe massicciamente nella formazione dei propri dipendenti per svilupparne le competenze e garantirne l’occupabilità. Nel 2020 iliad ha finanziato oltre 400.000 ore di formazione, l’equivalente di 28 ore di formazione per dipendente. Simbolo forte di questa politica, la Libera Università è stata lanciata ufficialmente nel gennaio 2021.

Il messaggio di Thomas Reynaud, CEO del Gruppo iliad: “Ciò che mostra questo barometro sociale è che il calvario del Covid-19 ci ha rafforzato. Quante volte abbiamo sentito questo termine “resiliente” senza riuscire a definirlo troppo bene. Vedo la resilienza di iliad nei numeri di questo barometro. L’89% dei dipendenti esprime infatti un fortissimo senso di appartenenza. ”

Per saperne di più


Sulla forza lavoro del Gruppo iliad in Francia: più della metà (57%) dei 9.200 dipendenti del Gruppo sono dedicati all’implementazione, al funzionamento e alla manutenzione delle reti fisse e mobili del Gruppo in tutto il paese. Le relazioni con gli abbonati rappresentano circa il 35% della forza lavoro, avendo il Gruppo scelto di dotarsi di propri contact center.

Il resto dell’organico riguarda la distribuzione delle attrezzature nei 130 punti vendita che il Gruppo ha oggi (6%) e le funzioni di supporto (2%).

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3