Ho scritto Wind|3 ma l'ho scritto sulla Sabbia - © 2017 Mondo3

Il 5G: una rivoluzione che nasce dall’evoluzione. Oltre 20.000 i siti Wind Tre già pronti

di Redazione

Con la rivoluzione del 5G le telco devono riuscire ad anticipare i bisogni di imprese e cittadini e a costruire un intero ecosistema, oltre che diventare fornitori di servizi. Ma è necessario anche un’evoluzione regolamentare e un contributo delle istituzioni, affinché il settore non perda valore e gli ingenti investimenti possano essere sostenuti“. Lo ha affermato Enrico Barsotti, CEO Office Director di Wind Tre, intervenuto ieri nel corso dell’Ericsson Day.

Il manager ha sottolineato l’esigenza di uno sforzo comune: “Wind Tre sta esplorando le reti di nuova generazione a Prato e a L’Aquila. Nella città abruzzese“, ha spiegato Barsotti, “stiamo sperimentando le applicazioni per la sicurezza del territorio, con l’uso di strumenti come i droni e gli smart glasses. Inoltre, abbiamo un accordo con il Museo Nazionale per favorire nuove opportunità di fruizione del patrimonio culturale locale, oltre a un importante progetto per il monitoraggio strutturale degli edifici, attraverso sensori integrati e connessi, uno sviluppo chiave in una zona sismica“.

Il 5G è una rivoluzione che passa da un’evoluzione delle attuali reti“, ha concluso Barsotti.
Wind Tre “grazie al consolidamento del proprio network, disporrà di 21.000 siti di trasmissione 5G ready“.

Photo: Enrico Barsotti, Ceo Office Director di Wind Tre
Via AGIR Source Wind Tre Press Officer

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3