Logo TIM

Al via il primo servizio di mobile payment del TIM Wallet

di Valerio Longhi

bus-timTelecom Italia entra nel mercato del mobile payment lanciando, in collaborazione con Banca Mediolanum, il primo servizio di pagamento in mobilità del TIM Wallet, il portafoglio virtuale dedicati ai clienti TIM.

A partire dal 23 giugno, gli oltre 31 milioni di clienti TIM possono  utilizzare il proprio smartphone per effettuare transazioni contactless presso terminali POS abilitati in Italia e in tutto il mondo.

Dopo la carta di Banca Mediolanum, il TIM Wallet si arricchirà a breve con le carte di altri istituti ed entro l’estate sarà disponibile la TIM SmartPAY, la carta prepagata TIM sviluppata in collaborazione con Visa Europe e Intesa Sanpaolo.

Per accedere ai servizi di mobile payments, i clienti TIM dovranno dotarsi di una SIM e di un telefono NFC presso qualsiasi negozio TIM e  scaricare il TIM Wallet. Il cambio SIM è gratuito e immediato. Una volta scaricato ed attivato il TIM Wallet, il cliente potrà scegliere la carta da attivare, tra quelle disponibili nella vetrina e monitorare l’installazione della carta sulla SIM.

Una volta attivata la carta virtuale, per effettuare il pagamento delle piccole spese quotidiane, quali l’acquisto di biglietti di bus e metropolitana, il caffè al bar oppure giornali, libri e riviste, sarà sufficiente avvicinare il proprio smartphone al terminale POS abilitato. Le spese superiori a 25 Euro saranno effettuate, sempre in modalità contactless, digitando un codice direttamente sul telefonino o sul POS.

Telecom Italia, per dare impulso al mercato dei pagamenti in mobilità, ha sviluppato una specifica piattaforma tecnologica che si avvale della collaborazione con SIA, per garantire la sicurezza delle transazioni e permettere la virtualizzazione delle carte di pagamento sulle SIM e il loro utilizzo tramite il TIM Wallet e le specifiche applicazioni delle banche.

I recenti accordi con principali banche e CartaSi consentiranno a breve di arricchire il TIM Wallet con nuove carte di pagamento e altri servizi, permettendo così la diffusione di servizi di mobile payment innovativi che semplificheranno le transazioni di tutti i giorni e la riduzione dell’utilizzo dei contanti.

Telecom Italia sta lavorando anche con aziende di settori chiave come trasporti e retail, società di controllo accessi e buoni pasto, per sfruttare tutte le potenzialità della tecnologia NFC SIM-based nei diversi ambiti di applicazione e nell’ottica di sostituire nel TIM Wallet tutti i supporti fisici cui siamo abituati.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3