LTE

Realizzata con tecnologia italiana la prima rete wireless a banda larga LTE in Malawi

di Redazione

LTEAnche i Paesi dell’Africa hanno diritto ad avere accesso a una rete internet a banda larga ma finora i costi delle infrastrutture sommati a distanze e vastità dei territori hanno, di fatto, impedito che si andasse spediti in questa direzione.

Un’interessante inversione di tendenza potrebbe prendere piede dal Malawi, dove Access, un operatore locale di telefonia mobile (www.access.mw ), insieme all’italiana Athonet (www.athonet.com ) ha realizzato una rete a banda ultra larga LTE nel distretto di Blantyre, principale polo commerciale e industriale del Paese, garantendo dati, video live e servizi voce ad alta connettività.

 

“Questo tipo di intervento è un esempio di quello che stiamo facendo e vogliamo fare in questa parte del mondo, molto interessante per lo sviluppo delle infrastrutture digitali – spiega Gianluca Verin, cofondatore di Athonet, giovane società specializzata in infrastrutture di rete mobile,nata nell’AREA Science Park di Trieste. Abbiamo iniziato dal Malawi, dove prima di noi la tecnologia LTE non esisteva e dove portare l’ADSL è complicato, anche per i frequenti furti dei cavi in rame. Con il dispiegamento di questa rete dimostriamo come la tecnologia delle grandi Telecom, ormai proiettata verso il 5G, sia finalmente fruibile anche in quei luoghi che taluni, a torto, ritengono la periferia del mondo tecnologico e che invece rappresentano la frontiera con la quale la nuova tecnologia deve confrontarsi”.

 

Il sistema di comunicazione sviluppato da Athonet si chiama PriMo (Private Mobile) ed è una rete mobile per coperture “hotspot” – in zone ad alta concentrazione di traffico o poco connesse – e per la messa in opera di reti di emergenza, come avvenuto nel 2012 a Mirandola in seguito al terremoto che colpì l’Emilia. Lo stesso software evoluto e virtualizzato, consente coperture regionali e di aree più vaste, come nel caso del distretto di Blantyre.

L’offerta iniziale del servizio attivato   nel Paese africano è orientata verso i clienti che richiedono accesso a Internet ad alta velocità e a servizi voce. “Riteniamo che l’introduzione di servizi LTE 4G in Malawi darà risposta a una domanda latente di accesso a Internet in banda ultra larga da parte di singoli utenti e aziende”, ha detto Faizal Okhai, Chief Executive Officer di Access. “Internet può essere un driver fondamentale per la crescita dell’Africa e siamo orgogliosi di essere partner di Access nel portare in Africa l’Internet a banda larga – sottolinea Massimiliano Gianesin, responsabile Athonet del dipartimento Operations. Il nostro approccio software alle infrastrutture dimostra che le reti di telefonia mobile possono essere implementate nei Paesi in via di sviluppo molto rapidamente e a costi contenuti“.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3