Hue

Un anno dopo l’MVNO di Google avrà accesso a internet grazie a Tre

di Valerio Longhi

Se ne parlava già nel corso del 2015 quando Google stava per diventare un gestore virtuale negli Stati Uniti d’America.

Dopo il primo annuncio era emerso, infatti, anche un accordo tra la stessa Google e H3G che oggi trova conferma a distanza di un anno.

I clienti dell’MVNO Project Fi di Google saranno così ufficialmente in grado di utilizzare i servizi dati in roaming internazionale – ossia al di fuori degli USA – grazie a un accordo con la piattaforma internazionale Hue che appartiene al Gruppo 3 (nello specifico alla casa madre CK Hutchison).

Questa firma rappresenta un altro passo significativo nell’espansione del MVNO di Google che è stato lanciato nel 2015.

Si tratta di un’acquisizione significativa anche per Hue, la piattaforma che è stata creata da CK Hutchison per fornire un unico punto d’accesso alle reti internazionali a tutti i gestori (virtuali e non) che vogliono accadere rapidamente e facilmente in Europa e Asia.

Cosa cambia per il mercato? Per i clienti europei niente, il gestore virtuale al momento è e rimane attivo solo negli USA.

Sicuramente ora Google si pone, per la prima volta, come un provider di servizi Internet in Europa; seppur nelle sole mani dei clienti americani, quello odierno è un momento simbolico per una nuova sfida globale anche telefonia mobile.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3