Internet mobile crescerà nonostante la crisi, la conferma arriva da Barcellona

di Fabrizio Castagnotto

Primo giorno del Mobile World Congress a Barcellona, dove le attenzioni – oltre che sulla telefonia – sono ovviamente orientate sulla difficile situazione internazionale.

Secondo gli utenti, Internet mobile crescerà notevolmente nonostante la crisi economica: un’indagine Nielsen su oltre 50.000 consumatori rivela problemi e opportunità per gli operatori mobili.

La prima indagine condotta su larga scala tra utenti di telefonia mobile in Europa e negli USA indica che nonostante la crisi economica il settore delle telecomunicazioni ha buone ragioni per essere ottimista. I consumatori intendono aumentare enormemente l’uso dei servizi dati in mobilità nei prossimi due anni, con una crescita significativa già nei prossimi 12 mesi.

L’indagine, commissionata da Tellabs, rivela che il 71% degli utenti – nonostante le preoccupazioni per i costi, la velocità e la qualità del servizio – prevede di utilizzare quotidianamente servizi quali l’Internet mobile.

La ricerca, condotta su incarico di Tellabs da Nielsen in cinque Paesi europei e negli Stati Uniti prendendo in esame 10 servizi dati in mobilità, rivela che oltre la metà dei circa 200 milioni di utenti di servizi dati in mobilità prevede di incrementarne l’utilizzo nei prossimi due anni.

“E’ interessante sottolineare che secondo la ricerca più di un quarto degli utenti che ancora non utilizzano servizi dati in mobilità, intende iniziare a farlo a breve;” ha dichiarato Jesse Goranson, senior vice president per i Mobile Media di The Nielsen Company.” Scavando a fondo nelle intenzioni dei consumatori, la ricerca commissionata da Tellabs fornisce dati preziosi agli operatori del settore riuniti a Barcellona per discutere dell’evoluzione della domanda e degli investimenti necessari.”

USA Europa
Utenti attuali – Per i servizi oggetto dell’indagine, l’incremento medio previsto di utilizzo nei prossimi 24 mesi è: 58% 55%
Non-utenti – Per i servizi oggetto dell’indagine, l’incremento medio previsto di utilizzo nei prossimi 24 mesi è: 27% 28%

Nei paesi in cui si è svolta l’indagine, gli operatori possono aspettarsi un aumento significativo del traffico per servizi quali l’Internet mobile, l’e-mail, l’upload di foto e gli MMS da parte di circa 175 milioni di utenti. Per gli operatori ciò rappresenta un’opportunità da molti milioni di dollari.

Per gli utenti i dati in mobilità sono oramai una necessità
“I servizi dati in mobilità non sono un lusso ma una necessità, che i clienti prevedono di acquistare nonostante la crisi economica,” ha aggiunto Pat Dolan, vice president per Europa, Medio Oriente e  Africa di Tellabs. “Solo pianificando aggiornamenti urgenti e strategici della rete gli operatori potranno rispondere rapidamente e in modo efficiente all’aumento della domanda.”

I dati relativi ai primi cinque servizi che i non utenti intendono iniziare ad usare mostrano che l’incremento di domanda non è omogeneo. I consumatori statunitensi ad esempio useranno l’Internet mobile più degli europei: circa metà dei non utenti americani inizierà ad usarlo nei prossimi due anni, contro un terzo dei non utenti europei.

Primi cinque servizi USA Europa
Internet mobile 49% 34%
MMS 38% 39%
Upload di foto 34% 27%
Download di software/applicazioni 30% 30%
E-mail 28% 32%

Nei paesi europei quasi il 40% dei non utenti prevede di iniziare a usare gli MMS. Gli Italiani sembrano mostrare una volontà di adozione dei nuovi servizi più alta della media, mentre in Germania le percentuali appaiono più basse.

Gli utenti indicano le criticità da affrontare
I consumatori hanno anche evidenziato le criticità che gli operatori dovrebbero tener presente: il costo (troppo alto o tariffe poco chiare), la velocità, la qualità e l’affidabilità del servizio.

La pressione sulle reti crescerà sensibilmente dato che il 41% degli europei e il 71% degli statunitensi prevede un utilizzo quotidiano di Internet in mobilità. Per quanto riguarda l’e-mail, oggi disponibile su un gran numero di dispositivi, la crescita prevista è simile sulle due sponde dell’Atlantico.

L’aumento di applicazioni ad alto uso di banda e del relativo traffico dati rappresenterà una sfida significativa per gli operatori mobili se vorranno mantenere i livelli di profitto. Poiché la crescita sarà sostenuta già nei prossimi 12 mesi, gli operatori dovranno agire molto in fretta.

“L’esperienza Tellabs ci insegna che aggiornamenti tempestivi e strategici alle reti degli operatori permetteranno loro di ridurre i costi, aumentare la velocità della rete e migliorare qualità ed affidabilità,” ha aggiunto Dolan.

Gli operatori che agiranno per primi, non solo si avvantaggeranno dell’aumento della domanda, ma potranno anche accrescere i margini di profitto.

Le risposte degli italiani
Secondo l’indagine, gli Italiani sono gli utenti più “intensive” di servizi dati in mobilità. I primi 5 servizi di interesse per i non utenti nei prossimi 24 mesi sono:

MMS – 51%
Internet mobile – 46%
GPS – 45%
Email – 44%
Download di sw/applicazioni – 42%

In Italia i servizi mobile sono usati prevalentemente per comodità (42%) o socializzazione (27%); la percentuale più bassa è per intrattenimento (17.6%). Il 65% degli utenti attuali prevede di incrementare l’uso di servizi dati in mobilità nei  prossimi 24 mesi. Il 34% prevede di farlo entro i prossimi 12 mesi. L’intenzione di iniziare a usare servizi dati in mobilità nei prossimi 24 mesi (41%) è molto al di sopra della media europea (28%) e USA (29%).

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3