USIM

SIM 3, maneggiare con cura: da maggio sostituzioni ancora più care

di Tommy Denet

Sono finiti già da molto i tempi in cui – specialmente con 3 Italia – era possibile ottenere la sostituzione gratuita della propria carta SIM.

Limitati a cause di malfunzionamento tecnico già dal 2013, i cambi SIM gratis non esistono ormai più dalla fine del 2015, quando il gestore decise che in ogni caso si sarebbe dovuto pagare un corrispettivo per il servizio.

Tale costo, già poco gradito ai clienti, è rimasto invariato negli anni: la fee per ottenere una nuova scheda, in caso di furto, smarrimento, problemi tecnici, cambio formato o semplicemente per necessità personali, ha continuato ad essere pari a 10 Euro.

A partire dal prossimo 2 maggio 2017, invece, pare che 3 Italia abbia deciso di rincarare di ben il 50% la tariffa per la sostituzione SIM card, che – in seguito a questo aumento – arriverebbe dunque a costare ben 15 Euro.

MONDO3 SU TELEGRAM | MONDO3 SU FACEBOOK

L’importo dovrebbe continuare ad essere scalato dal credito residuo (per le ricaricabili) o addebitato in fattura (in caso di abbonamento).

È un costo che normalmente viene sostenuto poche volte (se non mai) durante la vita di un’utenza telefonica, ma non possiamo fare a meno di notare che si tratterebbe dell’ennesima variazione al rialzo in questa calda primavera di rimodulazioni 3 Italia.

Ricordiamo, come sempre, che senza ufficializzazioni da parte di WindTre SpA, quelle riportate nell’articolo sono da ritenersi indiscrezioni senza alcun valore informativo e commerciale.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3