La guida di Mondo3 al cambio piano per prepagati e postpagati

di Andrea Trapani

Arriva una nuova guida di M3 dopo la precedente versione di giugno sul cambio piano per i clienti 3 Italia prepagati e postpagati. Un modo per cercare di fare chiarezza nella variegata offerta delle tariffe H3G.

Costi, penali e cambi impossibili da fare. Cerchiamo di vedere nel dettaglio.

Cambio piano prepagato: tutti i piani sotto elencati possono passare verso i piani attualmente in commercio (Super 7, Super 0 mondo e Super 10) pagando il relativo costo. Il cambio piano prevede un addebito di 9 euro, mentre in caso di conversione verso postpagato non è previsto alcun addebito ma solo il cambio della usim.

* Questi i piani prepagati commercializzati e non (sia in modalità acquisto che Scegli 3 / Scegli 3 New) interessati: 3 cinquanta, TuaBonus Ricaricabile, TuaSempre Ricaricabile, SuperTua, SuperTuaPiù, TuaMatic, TuaMaticpiù, TuaSemplice, SuperTua 2007, Super 7, Super0 mondo, SuperTuaPiù 2007, Semplice 3, Super-3, Super3 2007, Super 0, Super 10 e Super5.

Importante: non sono possibili cambi piano da/verso Superweb. Per i piani tariffari legati all’offerta “Scegli 3″ (nello specifico 3 cinquanta, TuaBonus Ricaricabile, TuaSempre Ricaricabile, SuperTua, SuperTuaPiù, TuaMatic, Super 3, Semplice3 e TuaSemplice) in caso di cambio piano si richiede una nuova offerta terminale, obbligatoriamente in acquisto, con pagamento di eventuali penali se non sono trascorsi i 23/30 mesi dall’ attivazione del comodato. Al momento, infine, 3 non permette il passaggio dell’eventuale credito, nonché del bonus, presente sulla USIM come sconto in fattura. Si attende comunque al riguardo una presa di posizione da parte dell’AG.COM.

Cambio piano postpagati: per i piani postpagati vale lo stesso principio in atto per le ricaricabili, ossia il divieto di passaggio da/verso piani dati a piani ‘voce’. Pertanto i clienti Tre.Dati possono migrare solo verso le nuove offerte a tempo e volume. Ricordiamo i quattro piani in commercio verso cui, ad oggi, è possibile passare: Zero3, Zero6 Top, Zero7 Top e Zero8 Top.

Tutti i clienti “cash”, ossia senza la sottoscrizione di alcun comodato, possono cambiare il loro piano tariffario verso qualunque dei quattro in commercio semplicemente pagando 9 euro.

Unica avvertenza è per i clienti Zero5 che potranno fare la variazione verso Zero3 solo tramite 133, obbligo che permane per tutti i “downgrade” ossia tutti quei passaggi da piani che prevedono un canone mensile inferiore a quello in corso (es. Top3 Executive, Zero7 e/o Zero7 Top verso Zero3 e/o Zero6 Top, tutti i passaggi dei clienti Zero 8 e/o Zero 8 Top verso altri piani).

Diverso il caso per i clienti con comodato “Scegli 3” in corso: in questo caso i “downgrade” sono soggetti a numerose limitazioni e costi maggiorati. Rimane per tutti l’obbligo di chiamare il 133, ma  andiamo nel dettaglio:

  • i clienti “Zero5 Scegli 3” attivati dopo il 9 giugno potranno passare a Zero3 solo pagando, sempre e comunque, 150 euro;
  • i clienti “Zero7 Scegli 3” attivati dopo il 9 giugno potranno passare ai piani Zero3 e Zero6 Top solo dopo 6 mesi dall’attivazione del contratto al costo semplice di 9 euro. Cambio “libero”, sempre al costo di 9 euro, invece verso Zero8 Top;

  • i clienti “Top 3 Executive Scegli 3 New” attivati dopo il 1° marzo 2008 potranno passare ai piani Zero3, Zero6 Top e Zero7 Top solo dopo 6 mesi dall’attivazione del contratto al costo semplice di 9 euro. Cambio “libero”, sempre al costo di 9 euro, invece verso Zero8 Top;
  • i clienti “Zero8 Top Scegli 3 new” potranno passare ai piani Zero3, Zero6 Top e Zero7 Top solo dopo 6 mesi dall’attivazione del contratto al costo semplice di 9 euro;
  • i clienti “Zero6 Top Scegli 3” potranno passare a Zero3 solo pagando, sempre e comunque, 150 euro.
Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3