“L’anno più lungo”, il docufilm di Fastweb che racconta la strada verso Tokyo 2020

di Andrea Trapani

In onda in anteprima tv sabato 17 luglio alle ore 19:30 sul canale NOVE di Discovery

Può un anno durare più di 12 mesi? Si, se l’anno è quello della pandemia da Covid-19 e se a viverlo sono gli atleti azzurri alla vigilia della partenza per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Ed è proprio nei mesi dello stop forzato che l’anno scorso ha paralizzato tutto il mondo dello sport che è nata l’idea di realizzare “L’anno più lungo, Road to Tokyo 2020”, il docufilm di Fastweb che racconta, attraverso i volti di Filippo Tortu, di Simona Quadarelladelle Farfalle Azzurre della ginnastica ritmica e di Filippo Ganna, come gli atleti hanno vissuto il periodo che li separava dal sogno olimpico.

“Questi ragazzi sono davvero la Nexxt Generation, una generazione fatta di giovani che rappresentano il futuro del nostro paese” ha dichiarato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. La tenacia, la dedizione e lo spirito di squadra che hanno saputo dimostrare in questi lunghi e difficilissimi mesi continuando ad allenarsi senza mai mollare sono di esempio per tutti noi ed è per questo che abbiamo voluto rendergli omaggio con un docufilm che potesse svelare almeno in parte la loro forza di volontà e tutti i sacrifici che questi ragazzi compiono ogni giorno per realizzare i loro sogni. Con “L’anno più lungo” li vogliamo salutare e vogliamo rinnovare il nostro sostegno all’Italia Team tutta alla vigilia dei Giochi per i quali si sono così duramente preparati”.


Il film mostra infatti il “dietro le quinte” delle giornate tipiche degli atleti scandite da lunghi allenamenti in palestra o in pista, lontani da casa, di visite mediche, di misurazione delle performance e di lavoro costante per migliorare giorno dopo giorno la prestazione. Filippo Tortu, Simona Quadarella, Le Farfalle Azzurre e Filippo Ganna che si unisce alla squadra dei testimonial di Fastweb si lasciano andare in un racconto molto intimo e personale delle loro sensazioni ed emozioni provate prima di ogni gara e della motivazione che li spinge a continuare ad allenarsi e a fare sacrifici dedicando allo sport una parte importante della loro vita.  Atleti giovani e pieni di talento che hanno dimostrato ancora una volta la loro maturità nell’affrontare quello che sembrava impossibile, il rinvio delle Olimpiadi, non solo dal punto di vista atletico ma anche psicologico.

“L’anno più lungo, Road to Tokyo” sarà trasmesso in prima tv sabato 17 luglio alle ore 19:30 in chiaro sul canale NOVE di Discovery e a partire da domenica 18 luglio sarà disponibile su discovery+, il servizio OTT del gruppo. Il documentario sarà poi trasmesso su Eurosport2 lunedì 19 luglio alle 21.00 e sarà in onda, in seguito, anche su altri canali in chiaro del gruppo Discovery.

Prodotto da Fastweb, il docufilm è stato scritto e diretto da Alessandro Cattaneo mentre la produzione esecutiva è di Stefano Bonfanti per Brw Filmland. Montaggio, musiche e fotografia sono rispettivamente di Pietro Malegori, Lorenzo Cominoli e Alessandro Cattaneo.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3