InfraVia-Iliad, la rete FTTH francese può crescere ancora

di Fabrizio Castagnotto

In conformità con l’accordo annunciato il 3 settembre 2019, Iliad SA annuncia di aver completato venerdì scorso l’implementazione della sua partnership strategica con InfraVia (una società di private equity francese specializzata in infrastrutture) attraverso la vendita del 51% degli investimenti in fibra presso IFT per un valore aziendale del 100% e pari a circa 600 milioni di euro.

Creata in occasione della partnership, IFT è una società dedicata alla gestione attiva delle linee in fibra che garantisce l’acquisizione e lo sfruttamento delle tranche di cofinanziamento FTTH in aree moderatamente popolate, a bassa densità e tendenzialmente sparse.
Questa società dedicata fornisce gratuitamente, in base a un contratto di servizio a lungo termine, tutti i servizi di accesso e informazione ai punti di vendita cofinanziati e può anche fornire gli stessi servizi agli operatori di terze parti.


Questa operazione contribuisce all’attuazione del piano per la Francia ad altissima velocità e rafforza le ambizioni del piano strategico Odyssée 2024 di Iliad.
Il Gruppo, presente oggi nel 100% dei dipartimenti metropolitani con l’offerta di Free Fiber, punta ad arrivare al 2024 con circa 30 milioni di clienti collegati potenzialmente.

Partner a lungo termine delle autorità locali, Free commercializza già le sue offerte su 23 PIR (reti di iniziativa pubblica) e, attraverso questa partnership, sta accelerando i suoi investimenti al loro fianco per garantire una presenza in tutte le regioni. Con un obiettivo di oltre 4,5 milioni di abbonati Fibre entro il 2024, il Gruppo mostra chiaramente la sua ambizione: rafforzare il proprio status di principale operatore alternativo su Fibra in tutto il paese.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3