TV mobile e H3G: alcuni dati in vista di un futuro con molte incognite

di Andrea Trapani

Arrivano direttamente dalla cronache degli Emirati Arabi Uniti le prime dichiarazioni sull’IPTV and Mobile TV forum svoltosi a Dubai nel periodo natalizio.

Presente, come era ovvio, anche 3 Italia tramite Marco Maestri, direttore delle soluzioni per la TV mobile fornita da H3G, che ha dato un importante commento sul futuro del palinsesto televisivo del gestore.

Infatti, nonostante l’iniziale aumento di interesse per il servizio in mercati maturi dell’Europa occidentale come quello italiano, gli operatori non sono stati certo ‘sommersi’ dalla richiesta di TV in mobilità. Al riguardo Marco Maestri ha risposto così ai colleghi di ITP.net cercando di dare uno sguardo al futuro: “Se dobbiamo essere sinceri, non conosciamo come evolverà nel lungo termine“.
Tutto questo considerando comunque che, come aggiunge il direttore, “l’ARPU dei clienti che usano la TV mobile  sia significativamente superiore a quella dei normali utenti mobili.” In questo senso importante il dato in casa 3 Italia:  la spesa media dei clienti che usano la TV è superiore circa del 60% rispetto agi altri.

Maestri ha poi illustrato quali sono le principali categorie di contenuti apprezzate dal pubblico:  il calcio e il glamour hanno la più lunga durata di visione, mentre il gradino più basso tocca al meteo.

Per capire l’importanza del calcio nella programmazione basta notare che prima che la Serie A iniziasse gli utenti avevano una media di 30-40 minuti di visualizzazione, mentre una volta che il campionato è partito questo dato è salito fino a 60 minuti.

L’intero servizio è disponibile, in lingua inglese, all’indirizzo http://www.itp.net/news/541733-mobile-markets . [Articolo aggiornato domenica 11 gennaio]

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3