SMS, nessuna regolamentazione per la terminazione ma in Italia costi più alti della media europea

di Andrea Trapani

smsE’ apparsa nel bollettino odierno AGCM il parere firmato dal presidente dell’Antitrust, Giovanni Pitruzzella, inviata ad AGCOM lo scorso novembre 2012 sul mercato degli SMS in Italia.

Una lettera che è interessante per vari aspetti: uno, perché fa un quadro sulla messaggistica in Italia. Due, perché chiarisce alcune dinamiche dei prezzi di interconnessione degli SMS e della loro ripercussione sui clienti finali.

Premessa: lo schema di provvedimento oggetto della richiesta di parere riguarda il mercato dei servizi di terminazione SMS su singole reti mobili. Tale mercato non è incluso nella lista di quelli suscettibili di regolamentazione ex ante ai sensi delle Raccomandazioni della Commissione europea del 2003 e del 2007.

Antitrust rileva che gli SMS, seppur senza decisioni dall’alto, hanno un costo di terminazione in calo negli anni. Però Petruzzella sottolinea anche che “[..] si condividono le valutazioni espresse da codesta Autorità (AGCOM, ndr) circa la non suscettibilità di una regolamentazione ex ante del mercato in questione, in ragione della tendenza dello stesso a produrre nel tempo le condizioni tipiche di un mercato concorrenziale. Va tuttavia precisato che, nonostante il trend decrescente dei prezzi dei servizi di terminazione SMS in Italia, questi ultimi si assestano ancora su livelli più alti rispetto alla media dei Paesi europei. Secondo i risultati di studi di settore, il prezzo commerciale wholesale degli SMS in Italia (in media pari, nel gennaio 2012, a 4,57 €/cent) è tra i più alti in Europa (dove si registra una media pari a circa 3,15 €/cent).

Inoltre, le analisi della stessa AGCom mostrano che il ricavo unitario da servizi di terminazione offerti all’ingrosso è stato pari nel 2011 a 4,5 €/cent, a fronte di un prezzo medio ai clienti finali, stimato dal regolatore nel medesimo periodo, pari a 2,3 €/cent.

In virtù di quanto sopra, si auspica che code sta Autorità continui a svolgere l’attività di monitoraggio sull’evoluzione del liv ello dei prezzi dei servizi di terminazione SMS in Italia, così da verificare che gli stessi rispondano ai criteri di obiettività, trasparenza, non discriminazione e proporzionalità, che informano l’accesso al mercato delle reti e dei servizi di comunicazione elettronica”.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3