Roaming zero in Unione europea, piccoli passi avanti

di Andrea Trapani

3eurotariffNovità per la proposta roaming zero al Parlamento europeo. Prima dell’iniziativa dell’abolizione del roaming nell’Agenda Digitale, era già partita a firma del lussemburghese Goebbels un’iniziativa S&D per il cosiddetto roaming zero tra alti e bassi.

In data odierna, in seguito a questo iter, la commissione per l’industria al Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che intende azzerare i costi del roaming telefonico in tutti i paesi UE entro il 2015.

Il gruppo dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo ha supportato la risoluzione, poiché i Socialisti e Democratici si battono da tempo per un mercato unico europeo per la comunicazione mobile.

L’eurodeputato S&D Francesco De Angelis ha detto: “Con questo voto gli altri gruppi politici hanno finalmente accolto la posizione che il gruppo S&D ha avuto fin dall’inizio: la creazione di una rete europea di comunicazione senza costi di roaming. Questa è una vittoria per i consumatori europei“.

Il portavoce S&D sulla questione, Robert Goebbels, ha aggiunto: “La nuova posizione del Parlamento europeo è un’ottima notizia. Quando si è aperto il negoziato sulla regolamentazione del roaming, poco più di un anno fa, i gruppi politici, il Consiglio e la Commissione non erano pronti a supportare la proposta S&D per la creazione di un mercato unico europeo. Un’Europa senza distinzioni di tariffe in base ai confini è quello che si aspettano i cittadini UE”.

La risoluzione sarà votata da tutto il Parlamento europeo durante la prossima seduta pelnaria di metà settembre, mentre la Commissione presenterà una proposta legislativa per l’autunno.

Credits EuProgress (Simone Pedullà)

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3