Logo TIM (photo by AndTrap for Mondo3)

E’ vietato chiamare gli ex clienti, TIM condannata. Futuro nero per le offerte winback?

di Valerio Longhi

L’anticipazione arriva da “la Repubblica” di ieri e riguarda il trattamento dei dati degli ex clienti da parte di TIM.

Il giornale del gruppo l’Espresso spiega bene cosa è accaduto.
In breve il tribunale di Milano ha dato ragione al Garante per la Privacy e giudica illecita la prassi di Tim di richiamare due milioni di ex clienti che non avevano espresso il consenso a essere contattati dopo la disdetta.

MONDO3 SU TELEGRAM | MONDO3 SU FACEBOOK | MONDO3 SU TWITTER

Non può farlo, neanche per ottenere quel consenso“.

“[…] Non può più chiamarlo, per nessun motivo” scrive Repubblica. “Nemmeno – ed è quanto ha fatto Tim – per chiedergli il consenso per future telefonate commerciali. Secondo l’operatore, era un’attività lecita perché chiedere il consenso non è una chiamata pubblicitaria.

Il giudice invece, così come il Garante, ritiene che anche quella chiamata è assimilabile a telemarketing, in quanto era parte appunto di una campagna mirata a riconquistare gli ex clienti. E – ha ricordato il giudice – per le norme è possibile fare chiamate pubblicitarie solo a chi via ha dato il consenso“.

Una domanda ora sorge spontanea: che fine faranno le offerte win back di TIM e degli altri operatori telefonici?

L’articolo integrale a firma di A. Longo su repubblica.it

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3