Sostituzione SIM e MNP ‘involontarie’, AGCOM lavora per dare maggiore sicurezza ai clienti

di Andrea Trapani

La  delibera 334/20/CIR di AgCom avvia un procedimento e una consultazione pubblica con lo scopo di introdurre meccanismi per prevenire e contrastare eventuali tentativi di truffa a danno degli utenti finali di telefonia mobile sia attraverso un rafforzamento dei controlli fatti nell’ambito della procedura di MNP sia attraverso l’introduzione di tecniche e procedure che consentano in generale di garantire notifiche al cliente sullo svolgimento delle attività per la sostituzione della SIM, in modo che lo stesso possa confermare il suo consapevole assenso alla prosecuzione dell’iter di sostituzione.

La ratio dell’intervento, infatti, è molto chiara.

Nell’ambito del suddetto procedimento è conseguentamente indetta anche la consultazione pubblica “sulla integrazione delle procedure di portabilità del numero mobile, di cui alla delibera n. 147/11/CIR, e su le connesse misure finalizzate ad aumentare la sicurezza nei casi di sostituzione della SIM (SIM swap)”.

Da cosa ci si può accorgere che si è vittime di una truffa SIM swap?

1) Qualcuno sta postando al posto vostro: improvvisamente notate che sui vostri account social compaiono dei post che non vi sareste mai sognati di scrivere? E’ un segno che qualcuno utilizza il vostro account.

2) Non riuscite a telefonare o messaggiare: a parte un ovvio esaurimento di credito o di grossi problemi con l’operatore, è un segnale che indica una elevata possibilità che i truffatori abbiano disattivato la vostra SIM e stiano usando il vostro numero di cellulare.

3) Vi viene notificato un messaggio di attività sospetta: se la vostra compagnia telefonica vi avvisa che la vostra SIM o il numero di cellulare sono stati attivati su un altro dispositivo è un chiaro segno che siete stati presi di mira.

4) Non riuscite ad accedere agli account: se le vostre credenziali del conto corrente e della carta di credito non funzionano più, è molto probabile che ve le abbiano rubate.

Pertanto, dal 30 novembre 2020, è avviato il procedimento istruttorio “sulla integrazione delle procedure di portabilità del numero mobile, di cui alla delibera n. 147/11/CIR, e su le connesse misure finalizzate ad aumentare la sicurezza nei casi di sostituzione della SIM (SIM swap)”.

Fatte salve le sospensioni, il procedimento in oggetto si conclude entro 120 giorni dalla data di pubblicazione. I termini del procedimento possono essere prorogati dall’Autorità con determinazione motivata.

Source agcom.it

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3