Noverca diventa Full MVNO: sostituzione sim per i vecchi clienti

di Redazione

Il primo Full MVNO italiano è Noverca. L’annuncio, con tanto di giubilo, arriva dal gestore stessoe che sul proprio blog esulta: “Finalmente ci siamo: Nòverca diventa il primo e unico Full MVNO in Italia!

Il cammino di Nòverca continua all’insegna della NOVità e della ricERCA, capisaldi su cui da sempre si fonda la propria offerta. Ed è proprio da questi must che si muove il pionieristico aggiornamento della propria infrastruttura di telecomunicazioni che portato Nòverca a diventare Full Mobile Virtual Network Operator.”

Il passaggio a Full MVNO costituisce peraltro una novità di grande rilievo nello scenario delle telecomunicazioni mobili italiane. Nòverca diventa infatti il primo operatore mobile virtuale a gestire interamente e autonomamente i propri servizi attraverso la rete di TIM che fornisce la relativa copertura radiomobile.

Con la nuova infrastruttura Nòverca potrà vantare una maggiore flessibilità sul piano tecnico ed economico, a tutto vantaggio delle offerte commerciali riservate all’utenza.

Il passaggio a Full MVNO comporta, per gli attuali utenti di Nòverca, la sostituzione dell’Extended SIM. Questa procedura, da effettuare entro il 31 dicembre, è totalmente gratuita e non comporta la variazione del numero telefonico, piano tariffario e delle opzioni o promozioni associate all’utenza.

Per maggiori informazioni o per richiedere la sostituzione della SIM, è possibile contattare l’Assistenza Clienti, disponibile 7 giorni su 7, al numero 19.20.21 o il numero verde 800.91.92.93.

Ricordiamo che la sostituzione della SIM fa parte proprio del passaggio a Full MVNO: in pratica, per spiegarlo in parole semplici, il seriale della scheda stessa non dipende più dall’operatore che fornisce la rete (899901 ad esempio per chi opera su rete Tim), ma viene assegnato al gestore virtuale che è in grado così di gestire i propri servizi in maniera indipendente e con la possibilità di poter anche cambiare partner commerciale senza dover interessare la clientela con un cambio massivo di schede.

Dal punto di vista regolatorio, si legge ad esempio su Wikipedia, esso si deve dotare di MNC (Mobile Network Code), tramite il quale generare gli IMSI (International Mobile Subscriber Identity) delle SIM. Esso si può dotare anche di un arco di numerazione MSISDN (Mobile Subscriber ISDN Number) propria e quindi si può interconnettere con le altre reti come un normale MNO. In questo modo il Full MVNO può cambiare MNO senza per questo dover sostituire tutte le sim card emesse. I suoi clienti sono a tutti gli effetti clienti “ospiti” della rete dell’MNO come accade quando ci si reca all’estero perché il Full MVNO stabilisce una relazione di roaming nazionale.

| via Noverca

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3