Linkem: servizi 5G FWA attivati nei primi comuni italiani

di Fabrizio Castagnotto

Nel mese di dicembre Linkem ha ufficialmente lanciato a livello commerciale il servizio 5G FWA.

L’obiettivo è chiaro: fornire una connettività che arrivi anche fino a 1 Gigabit di velocità al secondo anche nei luoghi che non sono coperti dai servizi FTTH.

Un progetto che parte da lontano e che, anche recentemente, ha visto l’accordo tra Linkem e Fastweb esteso proprio alle aree bianche in digital divide, ossia in tutte quelle zone d’Italia non coperte da servizi a banda ultralarga.

Dall’11 dicembre il servizio 5G FWA di Linkem è pertanto disponibile nei comuni di Avellino, Modugno e Grottaglie. Tre grandi centri del sud non scelti a caso come ha ricordato Davide Rota, CEO di Linkem: “In un periodo difficile per tutti continuiamo a mantenere il nostro impegno nella realizzazione di una rete FWA all’avanguardia partendo, anche in ottica 5G, dal Sud, ovvero dalle aree del paese storicamente più svantaggiate dal punto di vista delle infrastrutture di connessione.

Riteniamo infatti fondamentale continuare a contribuire in prima linea a ridurre il divario infrastrutturale senza perdere di vista la prospettiva di omogeneità a livello nazionale, garantendo lo sviluppo di reti 5G ad alta capacità anche nel Sud in tempi rapidi”.

L’operatore, con l’utilizzo della già attiva tecnologia FWA su rete 4G, ha ottenuto più di mezzo miliardo di euro di investimenti dall’estero. Inoltre, si legge nelle note societarie, ha intenzione di realizzare un piano per l’aggiornamento della propria rete al 5G.

Quindi, per Linkem, si tratta di un’altra conferma delle potenzialità alla tecnologia Fixed Wireless Access per quanto riguarda il 5G, al fine si supportare la digitalizzazione del paese. Già a dicembre dell’anno scorso, era stato annunciato un accordo sempre con Fastweb per realizzare reti 5G FWA nelle aree grigie italiane, che sono attualmente oltre 8 milioni di case e il 30% dell’intera popolazione italiana.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3