Qualcosa non ha funzionato nella gestione della prima fase dei voucher

di Redazione

«I rischi di distorsione della concorrenza – ha spiegato Roberto Basso, direttore External affairs & sustainability WindTre, a DigitEconomy.24 (report del Sole 24 Ore Radiocor e della Luiss Business School) – erano stati chiaramente segnalati prima del lancio della fase 1, adesso apprendiamo dal ministro Colao che tre voucher su quattro sono stati appannaggio di un solo operatore, e che altri 94 operatori hanno dovuto dividersi le briciole.

Un effetto distorsivo così forte sulla fase 2 sarebbe devastante per il mercato». Colao non ha fatto il nome del primo operatore che, secondo il mercato, è Tim.

In effetti i dati, confermati dalla stessa audizione del Ministro Colao, sono chiari: tre voucher su 4 sono appannaggio dello stesso operatore.


Non solo, poco più di un terzo rispetto al controvalore totale è stato richiesto dal pubblico potenziale a cui erano rivolti.

Sicuramente qualcosa da rivedere, con urgenza, prima della seconda fase dei voucher per favorire (finalmente) il diffondersi della banda larga nel nostro paese.

Source

Il Sole 24 Ore – IL REPORT COMPLETO

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3