Banda ultralarga, semplificazione dei procedimenti per i lavori e l’installazione

di Andrea Trapani

Nuovi profili professionali, diminuzione dei tempi per i permessi, abolizione di certificati cartacei e bolli: tutte le novità approvate in materia di transizione digitale nei decreti Reclutamento, Governance PNRR e Semplificazioni

Con i decreti Reclutamento, Governance PNRR e Semplificazioni si compie il primo passo verso la transizione digitale della PA: dall’istituzione del “Digital transformation office” all’introduzione delle misure necessarie al rafforzamento delle strutture amministrative e lo snellimento delle procedure, ecco una delle principali novità che permetteranno l’attuazione delle iniziative incluse nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Semplificazione dei procedimenti per la banda ultra larga


Con il decreto Semplificazioni vengono introdotte importanti novità per velocizzare le procedure di autorizzazione per la banda ultra larga, fornire una spinta decisiva al processo di copertura del territorio nazionale e aumentare, di conseguenza, il numero di cittadini e imprese che potranno usufruire dei servizi già disponibili.

Ad oggi occorrono oltre 300 giorni per le procedure autorizzatorie gli scavi: il decreto taglia i tempi fino ad un massimo di 90 giorni, termine oltre il quale maturerà il silenzio assenso o potrà essere esercitato un potere sostitutivo.

Per i cinque anni del PNRR gli interventi di piccola entità a basso impatto ambientale, effettuati con la micro o mini trincea o per la sostituzione delle antenne già esistenti, sono invece esenti dalle autorizzazioni.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3