INWIT: la relazione finanziaria al 30 giugno 2022

di Valerio Longhi

Il Consiglio di Amministrazione di Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. (INWIT), riunitosi lo scorso 28 luglio sotto la presidenza di Emanuele Tournon, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria al 30 giugno 2022.

Principali risultati del secondo trimestre 2022

I risultati del secondo trimestre 2022 confermano la crescita dei principali KPI industriali, dei ricavi e un miglioramento della marginalità e della generazione di cassa:

  • I ricavi si attestano a 210,7 milioni di euro con una crescita organica, nel secondo trimestre del 2022 rispetto all’anno precedente, del +9,3%, conseguenza del progressivo impatto delle nuove ospitalità contrattualizzate nei precedenti trimestri.
  • L’EBITDA ammonta a 191,7 milioni di euro, con un incremento del +9% rispetto allo stesso periodo 2021. Il margine EBITDA si attesta al 91% sui ricavi.
  • Tale crescita, insieme alla maggiore efficienza nei costi di locazione, ha portato ad un’espansione del margine EBITDAaL, che si attesta a 143,5 milioni di euro, del +12,9%, per un rapporto sui ricavi in crescita dal +66% del secondo trimestre 2021, al 68%.
  • L’utile netto si attesta a 73,9 milioni di euro, in crescita del +43,4% rispetto allo stesso periodo 2021.
  • Il Recurring Free Cash Flow è pari a 101,1 milioni di euro, in crescita del +10,7% rispetto allo stesso periodo 2021.
  • Gli investimenti industriali sono pari a circa 38,8 milioni di euro in crescita del +6,4% rispetto al trimestre precedente.
  • L’Indebitamento Finanziario netto si attesta al 30 giugno 2022 a 4,3 miliardi di euro. L’incremento, in linea con le attese, è dovuto al pagamento del dividendo. La leva finanziaria si attesta a 5,6x, in linea con le attese; si segnala inoltre che le operazioni sul mercato bancario e obbligazionario poste in essere dopo la fusione con Vodafone Towers hanno contribuito alla progressiva ottimizzazione del debito in termini di diversificazione delle fonti, costo e durata.
  • I risultati industriali evidenziano la conferma del trend di crescita dei principali indicatori:
    • le nuove ospitalità contrattualizzate sono pari a 080, per il contributo dei clienti anchor, Tim e Vodafone, e degli altri clienti;
    • è stato accelerato il programma di sviluppo di nuovi siti con la realizzazione di 120 nuove torri;
    • prosegue il piano di coperture microcellulari multi-operatore nei luoghi a maggior concentrazione di utilizzatori e traffico, realizzando oltre 160 nuove remote unit DAS, a testimonianza del costante interesse di mercato;
    • è continuata a migliorare l’efficienza, con la prosecuzione del piano di rinegoziazione dei contratti di locazione e del piano di acquisizione dei terreni.

Al 30 giugno 2022 il numero medio di operatori per sito (tenancy ratio) cresce attestandosi a 2,09x.

  • La Guidance 2022 è La Guidance 2023 è migliorata per riflesso del mutato scenario inflattivo e dell’indicizzazione a tale variabile dei contratti della Società. Ricavi, EBITDA e EBITDAaL 2023 attesi al di sopra dei range di Guidance già comunicati (Ricavi a 920-960 milioni di euro, EBITDA a 840-880 milioni di euro ed EBITDAaL 650-690 milioni di euro); RFCF atteso nella parte alta del range di Guidance già comunicato (560-600 milioni di euro). Anche la Guidance 2026 beneficerà dello stesso impatto.

Principali risultati al 30 giugno 2022

Nel primo semestre dell’esercizio 2022 tutti i principali indicatori economici e patrimoniali hanno evidenziato un andamento in crescita.

I ricavi si attestano 417,7 milioni di euro, in aumento del 9,2% rispetto allo stesso periodo 2021 (383,1 milioni di euro). Nei periodi in oggetto sono presenti dei ricavi one-off.

L’EBITDA ammonta a 379,8 milioni di euro, in aumento del +8,9% rispetto al primo semestre 2021. L’EBITDAaL si attesta a 282,8 milioni di euro, in crescita del +12,6% rispetto allo stesso periodo 2021. L’utile netto del periodo si attesta a 142 milioni di euro, in crescita del +49,5% rispetto allo stesso periodo 2021.

Il Recurring Free Cash Flow del primo semestre 2022 si è attestato a 227,7 milioni di euro, in crescita del +23,5% rispetto allo stesso periodo del 2021.

Gli investimenti industriali del periodo sono stati pari a 70,5 milioni di euro, in aumento di 16 milioni di euro rispetto al primo semestre 2021 (+29,6%), e sono stati destinati principalmente alla realizzazione di nuovi siti, allo sviluppo di microcoperture indoor con sistemi DAS e all’acquisizione di terreni.

Avanzamento Piano di Sostenibilità

Nel corso del primo semestre è stato realizzato il secondo Report Integrato ed è proseguito con determinazione il percorso di trasformazione della società verso un business sostenibile, con l’obiettivo di generare valore in una prospettiva di lungo periodo, e contribuire alla crescita, al miglioramento e allo sviluppo sociale ed economico delle comunità nelle quali INWIT opera. In particolare, in questi primi sei mesi del 2022:

  • INWIT è stata inclusa per la prima volta nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI), con un ottimo risultato (73,68/100) che ha premiato in particolare le politiche per una cultura inclusiva e per l’uguaglianza retributiva.
  • INWIT è entrata per la prima volta nel FTSE4Good Index Series, l’indice gestito da FTSE Russell, che classifica le aziende globali in termini di pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG).
  • È stato organizzato il secondo Stakeholder Forum, con la consapevolezza che la creazione di valore passa necessariamente dalle relazioni con gli stakeholder, quali parte integrante di una gestione responsabile e sostenibile del business.

Come previsto dal Piano di Sostenibilità 2022 – 2024, INWIT sta proseguendo con determinazione nel percorso verso la carbon neutrality entro il 2024. Sono state installate 237KW di fotovoltaico e realizzate iniziative di efficienza energetica che consentiranno di risparmiare a regime 4,8 GWh. Continua l’impegno di INWIT per la riduzione del digital divide a supporto degli operatori di telecomunicazione, con l’attivazione di circa 200 impianti in aree in digital divide, o in aree geografiche considerate a vulnerabilità sociale e materiale (IVSM >99)*.

A tale proposito, INWIT è risultata aggiudicataria, in Raggruppamento Temporaneo d’Impresa con TIM e Vodafone Italia, del bando 5G per la concessione di contributi pubblici nell’ambito del Piano “Italia 5G” per la realizzazione di nuove infrastrutture di rete idonee a fornire servizi radiomobili in aree bianche, e ha anche siglato un accordo strategico con Open Fiber per la copertura di oltre 600 comuni in digital divide, con tecnologia FWA, attraverso la realizzazione fino a 500 nuovi siti.

Source (.pdf)

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3