ZTE, le strategie per il multi-service access nell’era delle reti ottiche passive (PON) 10G

di Fabrizio Castagnotto

ZTE condivide le sfide e le strategie per il multi-service access al workshop del Broadband Forum

ZTE Corporation ha annunciato che Mr. Chen Aimin, Chief Optical Access Architect di ZTE Corporation, ha condiviso le proprie conoscenze sulle sfide tecnologiche e sulle strategie per il multi-service access nell’era delle reti ottiche passive (PON) 10G in occasione del Broadband Forum di Amsterdam, Paesi Bassi.

La Symmetric Passive Optical Network (XGS-PON) con capacità di 10 Gigabit dispone oggi di una struttura industriale matura ed è pronta per l’implementazione su larga scala, che migliorerà notevolmente la capacità di multi-service access delle reti PON“, ha dichiarato Mr. Chen.


Il Chief Optical Access Architect ha condiviso casi di costruzione di PON 10G su larga scala in Cina, evidenziando il suo grande ruolo nel promuovere la trasformazione digitale dell’intera società nell’era post-pandemica. La tecnologia XGS-PON offre una larghezza di banda 10G simmetrica per soddisfare i requisiti di servizi innovativi come l’istruzione a distanza, il cloud Network-Attached Storage (NAS) e il livestreaming per una larghezza di banda elevata sia in uplink che in downlink.

XGS-PON, dai moduli ottici ai terminali di linea ottica (OLT), è una tecnologia pronta per essere distribuita su larga scala. Rispetto alla versione asimmetrica della tecnologia XG-PON, XGS-PON offre più valore alle reti. Di fronte alla pressione per l’aumento dei ricavi, gli operatori hanno bisogno di una rete più aperta e agile, che permetta di sviluppare nuovi servizi in modo flessibile e di fornirli rapidamente”, ha dichiarato Mr. Chen. “Tuttavia, i servizi ad alto valore hanno standard più elevati per quanto riguarda l’esperienza degli utenti e richiedono che la rete fornisca garanzie deterministiche per l’inoltro dei servizi. La complessità dei servizi pone sfide maggiori all’affidabilità delle reti. I guasti della rete devono essere diagnosticati, risolti e ottimizzati automaticamente per migliorare l’efficienza dell’operazione e della manutenzione (O&M) e aumentare l’esperienza degli utenti“.

La tecnologia Software-Defined Access Network (SDAN) è impiegata per esporre le capacità fondamentali dell’OLT al controller SDAN attraverso il protocollo NETCONF/YANG. L’architettura basata sull’Information Technology (IT) del controller SDAN rende la rete più aperta e agile, in modo che gli operatori possano innovare rapidamente i servizi. La tecnologia di service slicing viene utilizzata per fornire soft slices basati su HQoS (Hierarchical Quality of Service) e hard slices basati su tubi rigidi, ottenendo larghezza di banda, latenza e jitter deterministici per l’inoltro dei servizi e garantendo l’esperienza dell’utente di diversi servizi.


Per soddisfare gli elevati requisiti di multi-service access per l’affidabilità della rete, viene introdotto il concetto di rete autonoma per rafforzare la capacità di analisi dei big data della rete PON. Di conseguenza, l’O&M del PON si trasforma da una gestione passiva dei guasti in una previsione e correzione proattiva degli stessi. Nel frattempo, le fette di servizio vengono utilizzate per implementare l’inoltro differenziato dei servizi utente. L’auto-ottimizzazione ad anello chiuso di meccanismi come il monitoraggio degli indicatori di prestazione chiave (KPI) dei canali di servizio e la memorizzazione nella cache e la programmazione delle slice di servizio garantiscono buone esperienze agli utenti.

Il Broadband Forum si occupa di accelerare l’innovazione della banda larga, lo sviluppo dell’ecosistema e l’evoluzione delle reti a banda larga. I suoi membri continuano a sviluppare specifiche per le reti di multi-service access che riguardano l’architettura, la gestione dei dispositivi e dei servizi, i modelli di dati software, l’interoperabilità e la certificazione nel mercato della banda larga.

Titan by ZTE

Basandosi sugli standard del Broadband Forum e sulla comprensione del multi-service access da parte di ZTE, l’azienda ha lanciato TITAN, il suo prodotto di punta per l’optical access progettato per l’era PON 10G. TITAN offre nuove funzionalità di multi-service access come le schede Combo XGS-PON a 16 porte ad alta densità, lo YANG del Broadband Forum, il service slicing e l’intelligenza native. Con l’obiettivo di rendere le reti PON superveloci, deterministiche, aperte, agili e intelligenti, TITAN rappresenta una soluzione eccellente per la fornitura di accesso cablato full-service nell’ultimo miglio, per favorire la trasformazione digitale globale.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3