Costi di terminazione, Orange contro Swisscom

di Andrea Trapani

Non solo in Italia, ma anche in Svizzera i costi di terminazione sono un argomento caldo.

A sfidarsi sulla loro rimodulazione sono in questo caso l’operatore maggiore del mercato Swisscom che sente la pressione esercitata dai competitor, Orange CH in primis. Attualmente, come informa Scal, le tariffe di terminazione mobile ammontano a 15,18 ct di CHF al minuto verso la rete Swisscom e 18,18 ct verso Orange e Sunrise.

Orange ha proposto, dal 1° gennaio 2011, una riduzione significativa delle proprie tariffe di terminazione propria (si parla di una percentuale a due cifre) e ha chiesto che Swisscom di conseguenze tariffi la sua connessione ad un livello più appropriato. Orange ha anche proposto di mantenere l’attuale asimmetria di 3 centesimi al minuto per le chiamate completate sulle rete dei due competitor dell’ex gestore statale.

Questa proposta è sostenuta da una perizia commissionata dalla stessa UFCOM nel 2009. UFCOM – nell’analisi – tra l’altro aveva anche calcolato una asimmetria molto più elevata.

I negoziati del passato con Swisscom comunque non hanno prodotto mai alcun risultato perché Swisscom si rifiuta di abbassare l’interconnessione continuando ad insistere al contempo su una sostanziale riduzione delle asimmetria.

Secondo il comunicato di Orange, come Swisscom domina già il mercato sia per il fisso (67,7%) che per la telefonia mobile (oltre il 60%), grazie all’elevata interconnessione arrivano in casa Swisscom oltre 1,8 miliardi di minuti di chiamate. Un totale tre volte maggiore a ciascuno dei suoi concorrenti, una situazione che non agevola quindi la concorrenza.

| via Scal

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3