TIM e l’ IVA 21%, aggiornamento della situazione

di Valerio Longhi

tim al secondo raddoppio ricariche youngCon un solo comunicato apparso sul sito ufficiale www.tim.it qualche settimana fa, Telecom Italia Mobile ha annunciato di aver adeguato tutte le tariffe vecchie e nuove alla nuova iva del 21%: il testo è chiaro dell’informativo è chiaro.

“TIM informa che a partire dal 15 gennaio 2012 i prezzi delle offerte prepagate saranno adeguati, in ottemperanza a quanto stabilito dalla manovra finanziaria (legge di conversione del d.l. 138/2011), alla nuova aliquota ordinaria IVA al 21%.
Dal 16 gennaio 2012 per informazioni e dettagli sulla tua offerta puoi entrare nell’Area Clienti 119 Self Service del sito Tim.it o rivolgerti ai Punti di Vendita TIM”.

La posizione assunta lo scorso settembre è quindi variata. Tra l’altro c’è da notare un piccolo “paradosso” tariffario per i già clienti: come evidenziato nel nostro forum, tutti i clienti che attiveranno/faranno cambio piano a partire dal 16 gennaio scorso verso le attuali tariffe commercializzate (Tim 12, Tim Senza Scatto e Tim 8 ) non avranno l’aumento del prezzo nominale finale che sarà ‘assorbito’ dalla nuova aliquota IVA.

Al contrario, chi ha attivato fino al 15 gennaio anche queste tariffe subisce un aumento della propria tariffa – seppur tuttora in commercio – in virtù del nuovo punto percentuale di addizionale.

Clienti con Abbonamento: in questi caso tutti i prezzi indicati nelle offerte in abbonamento tengono conto di un’aliquota IVA aumentata dal 20% al 21% e di un bonus pari all’aumento dell’IVA che TIM Le accrediterà sul Suo rendiconto telefonico emesso a Gennaio 2012.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3