TIM, il CdA approva la relazione finanziaria al 31 dicembre 2021

di Redazione

Ricavi di gruppo in lieve flessione a € 15,3 mld (-1,9% YoY organico)

Approvata dal Consiglio d’Amministrazione di TIM la relazione finanziaria al 31 dicembre 2021.

I punti salienti

■EBITDA organico in flessione a € 6,2 mld (-9,6% YoY) per effetto della pressione competitiva, del ritardo del piano voucher e dei costi di startup delle digital companies

■Indebitamento Finanziario Netto After Lease: € 17,6 mld, in calo di € 1 mld YoY nonostante investimenti in crescita del 14,1% YoY per accelerare lo sviluppo della fibra, del cloud e del calcio in streaming

■ Risultato netto attribuibile ai soci della controllante negativo per 8,7 miliardi, dopo la svalutazione del goodwill pari a 4,1 miliardi domestico e lo stralcio delle attività per imposte anticipate pari a € 3,8 miliardi. Ambedue le partite sono Non Cash Items

■L’Autorità Antitrust ha approvato gli impegni relativi agli accordi tra TIM, KKR e Fastweb per la costituzione di FiberCop, che nel corso del 2021 ha incremento la copertura FTTH del 36%. Il Gruppo TIM ha così portato la banda ultralarga a circa il 94% delle linee fisse

■ Rispettati tutti gli obiettivi ESG

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3