Il Gruppo Vodafone lancia la trasparenza sulle tasse pagate nei vari stati

di Redazione

Vodafone CloudVodafone Group , che è stato bersaglio di proteste pubbliche in quanto accusata di non pagare abbastanza tasse in alcuni mercati, ha rivelato sua sponte le tasse e i contributi economici  paese per paese.

L’operatore afferma che è una delle poche aziende multinazionali in tutto il mondo a fare una divulgazione di questa natura di propria volontà.

Vodafone spera così che, aprendo i suoi libri contabili, di rassicurare qualsiasi inquietudine pubblica sulle sue questioni fiscali.

L’ultima ripartizione copre l’esercizio finanziario chiuso al 31 marzo 2013.
Vodafone sottolinea che paga una vasta gamma di tasse, non solo sulle società, oltre a contribuire pesantemente a “meccanismi di entrate non fiscali “, quali le spese di regolamentazione e di licenza.
Durante l’esercizio finanziario 2013 – in cui il gruppo ha registrato un utile ante imposte di £ 3.250.000.000 su ricavi pari a 44,4 miliardi di sterline – le varie filiali Vodafone hanno pagato, in tutto il mondo, più di 4,2 miliardi di sterline ai governi nazionali .
Il gruppo ha dichiarato anche di aver pagato oltre 3,2 miliardi di sterline per altre tasse e imposte

Inoltre , Vodafone ha dato un contributo di imposte indirette pari £ 6.100.000.000. I contributi indiretti includono – tra le varie voci – l’imposta sul reddito, i contributi previdenziali dei dipendenti , nonché l’IVA .
Ciò significa che Vodafone ha dato un contributo totale per le finanze pubbliche di oltre 13,5 miliardi di sterline.

| fonti Vodafone Group, elaborazione dati MWL

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3