Vodafone Power Station: il Wi-Fi più potente di sempre

Rimodulazioni, si preannuncia un’estate calda: è Vodafone a dare il via alle danze

di Valerio Longhi

La primavera sta muovendo solo i primi, timidi, passi, ma già si prevede un’estate bollente: non stiamo parlando di meteorologia, ma dell’arrivo di nuove rimodulazioni e “semplificazioni” tariffarie che potrebbero colpire offerte di telefonia fissa e mobile.

Le prime avvisaglie arrivano da Vodafone, che in questi giorni sta avvisando – tramite comunicazione all’interno del conto telefonico – i propri clienti abbonamento di rete fissa e mobile (solo piani tariffari broadband, per il momento) di un imminente aumento del canone relativo all’offerta sottoscritta.

Al momento non è chiaro se si tratterà di un aumento aggiuntivo rispetto al famoso delta dell’8,6% (che equivale alla differenza tra l’applicazione dei costi su base mensile o su 28 giorni) oppure di una diversa modalità di applicazione del rincaro per adempiere alle recenti richieste dell’Antitrust.

L’aumento per i clienti di rete fissa Vodafone decorrerà a partire dalla prima fattura emessa dopo il 10 luglio 2018, e sarà differenziato a seconda dell’offerta sottoscritta: 2 Euro in più al mese per le offerte ADSL e Fibra e 1,50 Euro in più per chi ha sottoscritto il piano Telefono Fisso. Anche le linee ancora attive a marchio Teletu subiranno aumenti, al momento non specificati.

Alcuni piani però non subiranno alcuna variazione, a partire dalle promozioni convergenti Vodafone One Special, Relax Casa Edition e Casa Edition, che però rimarranno legate al mantenimento della SIM di rete mobile abbinata. In caso di cessazione di quest’ultima, infatti, si andrebbe a ricadere su uno dei piani rimodulati. Anche i seguenti piani solo telefono dovrebbero rimanere invariati: Casa Zero Pensieri New RIC, Vodafone Telefono Fisso Ric, Free Internet e telefono, Internet e Telefono Free, Int&Tel TuttoFlat 10h, Int&Tel Flat 10h, Int&Tel Free, FLAT WIRELESS, TUTTO FLAT WIRELESS, Internet e Telefono SL.

Partiranno dal primo rinnovo successivo al 10 giugno 2018, invece, i rincari per i piani tariffari broadband attivi su SIM dati Vodafone, che aumenteranno di 1,502 Euro a seconda dell’offerta sottoscritta. Dovrebbero essere indenni le offerte Internet 1 Anno, Internet UMTS 100ore, Internet GPRS 100ore, Internet GPRS 15 ore, Pack GPRS 100ore, Pack UMTS 100ore, Internet Sempre Smart, Internet 4G.

Ulteriori dettagli, comprese le consuete modalità per recedere senza penali ai sensi dell’Art. 70 del Codice delle Comunicazioni, sono già disponibili nella sezione Vodafone Informa del sito web Vodafone.it, accompagnate da quella che – secondo il gestore – sarebbe una valida motivazione per introdurre tali aumenti, e cioè le classiche “mutate condizioni di mercato” che li renderebbero necessari “in modo da consentirci di continuare a garantire la qualità dei servizi legata ai nostri investimenti sulla rete“.

Avete ricevuto la comunicazione? Siete tra i clienti impattati dall’ennesima rimodulazione tariffaria? Commentate e raccontateci tutto nel FORUM DI MONDO3.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3