Rimodulazione per alcuni clienti ricaricabili Vodafone, occhio al canone mensile

di Martina Tortelli

Esiste, da anni, una delibera AGCOM che per avere in ogni listino una tariffa senza canoni ma i gestori continuano a voler evitare queste situazioni.

Questo il senso anche dell’ultima rimodulazione che sta per colpire un numero indefinito di clienti ricaricabili Vodafone: “Per continuare a investire sulla rete e per offrire sempre la massima qualità dei nostri servizi, a partire dal 21 ottobre 2019 il piano della SIM avrà un costo di 1,99 euro al mese se non hai un’offerta attiva e il piano base della tua SIM è Vodafone 25“, scrive l’operatore su voda.it/informa.

Il costo non sarà addebitato se attivi un’offerta con minuti e giga inclusi. In più, potrai attivare 2 giga al mese senza costi aggiuntivi al 42590 fino al 21/11.
Tutti i clienti interessati riceveranno una comunicazione via SMS e potranno recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali fino al 20/10, specificando come causale del recesso “modifica delle condizioni contrattuali”.

I clienti che hanno un’offerta che include telefono, tablet, “Mobile Wi-Fi”, o prevede un contributo di attivazione a rate, potranno continuare a pagare, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento prescelto.

Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un’offerta che include un telefono e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a:

Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino.

Può essere fatto anche via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l’apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3