Spot Vodafone: In qualsiasi modo dirai "ciao" potrai contare su di noi

Mezzo milione di euro donato dalla Fondazione Vodafone per l’emergenza Coronavirus

di Fabrizio Castagnotto

Un aiuto immediato e concreto a supporto di due realtà impegnate in prima linea nella lotta al Coronavirus

Fondazione Vodafone ha deciso di sostenere Fondazione Buzzi e Croce Rossa Italiana, due realtà impegnate in prima linea nella lotta al Coronavirus, con una donazione di 500.000 euro.

In questo momento di emergenza, l’iniziativa della Fondazione Vodafone si unisce alle tante iniziative già messe in campo da Vodafone per i clienti, le aziende e per i giovani studenti di tutto il territorio nazionale.

“Vogliamo dare un contribuito concreto a tutti coloro che sono ogni giorno in prima linea per combattere la diffusione del Covid-19 – ha dichiarato Marinella Soldi, Presidente di Fondazione Vodafone Italia – I fondi serviranno a gestire le attività di assistenza sanitaria e l’acquisto di apparecchiature per il potenziamento della terapia intensiva. Vogliamo essere vicini a tutti coloro che stanno dando il massimo per permettere al Paese di superare l’emergenza.’’

Alla Fondazione Buzzi sarà donato l’allestimento di 4 postazioni di rianimazione che saranno messe a disposizione del gruppo ospedaliero Buzzi-Fatebenefratelli-Sacco per affrontare l’emergenza. Queste attrezzature – una volta terminata l’emergenza – saranno restituite all’Ospedale Buzzi e faranno parte dell’attrezzatura dedicata al reparto di rianimazione della nuova area dell’Ospedale Pediatrico Buzzi, in costruzione per il 2021.

La Fondazione Buzzi sta sostenendo con i propri macchinari la Terapia Intensiva degli adulti del Sacco e ha già sostenuto altri ospedali della Lombardia che in questo momento affrontano l’emergenza con la donazione di respiratori. La Fondazione Buzzi ha inoltre organizzato una cabina di regia per approvvigionamenti e selezione di fornitori degli ospedali lombardi e, se si renderà necessario italiani, il tutto in coordinamento con il Super Commissario per l’emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri.

La donazione alla Croce Rossa Italiana è finalizzata alla gestione delle attività di assistenza sanitaria in tutto il Paese e consentirà di acquistare materiali per l’emergenza COVID-19.

La Croce Rossa Italiana è in prima linea dall’inizio dell’allerta Covid-19 in modo capillare su tutto il territorio nazionale attraverso migliaia di volontari e operatori che stanno lavorando senza sosta per sostenere la popolazione. La CRI, seduta al tavolo tecnico del Comitato Operativo dell’emergenza, sta intervenendo con i suoi mezzi, le sue donne e i suoi uomini per garantire soccorso, supporto sanitario e logistico, gestendo in sicurezza i trasporti sanitari dei casi potenzialmente sospetti con mezzi ad alto-biocontenimento e fornendo controllo della temperatura dei viaggiatori in ingresso in Italia nei porti e negli aeroporti.

Con il numero verde CRI PER LE PERSONE 800 – 065510 attivo h24 sta fornendo supporto psicologico e informazioni corrette a migliaia di cittadini. Oltre gli interventi in emergenza, la Croce Rossa Italiana si sta impegnando a trasformare questo momento critico nel “Tempo della Gentilezza”, intensificando su tutto il territorio nazionale, i servizi per le persone più vulnerabili e con maggior fragilità sociali e sanitarie, tra i quali la spesa a domicilio, il trasporto sociale, la consegna dei farmaci e dei beni di prima necessità.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3