Top Employer Italia, sesta consecutiva per Vodafone Italia

di Redazione

Vodafone Italia, per il sesto anno consecutivo, è stata riconosciuta tra le aziende “Top Employer Italia 2023”, per il suo costante impegno nel creare un ambiente di lavoro inclusivo e volto a sostenere la crescita delle sue persone e l’arricchimento delle loro competenze.

La certificazione è stata rilasciata da Top Employers Institute, che ogni anno riconosce a livello globale le eccellenze aziendali in ambito HR. L’ente premia le aziende che si distinguono nel contribuire al benessere e alla formazione delle persone, fornendo loro le migliori condizioni di lavoro.

Vodafone è da sempre attenta a valorizzare tutte le unicità: le iniziative di inclusione e a supporto della vita privata e lavorativa delle persone in Vodafone sono un punto di forza per tutta l’azienda e sono al centro delle strategie di sviluppo dell’organizzazione stessa.

Vodafone è tra le prime aziende in Italia dotate formalmente di un “Inclusion commitment”, promuovendo e valorizzando ogni giorno la creazione di un ambiente di lavoro inclusivo con parità di trattamento e ritenendo fattori positivi di cambiamento le differenze di genere, età, orientamento sessuale e background.

A favore della genitorialità e dei bisogni individuali, i dipendenti possono contare su diverse politiche di welfare: tra queste, nove mesi e mezzo di maternità retribuiti al 100% dello stipendio e 4 mesi di congedo parentale retribuiti al 100% per entrambi i neogenitori che non possono accedere al trattamento di maternità previsto dalla legge. Per le dipendenti in maternità è stato sviluppato il programma “Maternity Angel”, che consente loro di rimanere sempre aggiornate su tutte le questioni aziendali grazie a un processo di follow up periodico con un collega che possa facilitare il rientro della risorsa.  Per i dipendenti vittime di violenza domestica, è inoltre presente una policy che permette loro, nel pieno rispetto della privacy, di usufruire di 15 giorni di permesso retribuito, oltre che di un supporto psicologico specialistico; questa misura è supportata da diversi piani di comunicazione, sia interna che esterna, volti a creare una maggiore consapevolezza, informazione e supporto attivo.

Per il benessere dei dipendenti, Vodafone mette a disposizione un programma di supporto psicologico a distanza e il servizio di supporto e orientamento su temi riguardanti la cura della persona e dei famigliari: un impegno nel costruire e promuovere una cultura del benessere e nel supportare le proprie persone a trovare un corretto equilibrio in termini di wellbeing fisico e psicologico.

Nell’ambito della formazione, dal 2018, grazie al Fondo Nuove Competenze, Vodafone ha avuto l’opportunità di accelerare il percorso di skill e digital transformation delle sue persone, con programmi di formazione che hanno coinvolto tutti i dipendenti, e con la creazione della Vodafone Digital Academy, centro di formazione di eccellenza per costruire le professionalità del futuro realizzato in collaborazione con importanti Università italiane. Alle persone dei contact center è stato inoltre dedicato un percorso di upskilling e reskilling, per un totale di 1 milione di ore di formazione.


Vodafone Italia, nel contesto della trasformazione digitale dell’organizzazione, ha proseguito anche quest’anno nell’implementazione di un modello di lavoro ibrido e nell’individuazione di nuove forme di flessibilità. A dicembre è stato firmato con le Organizzazioni Sindacali un nuovo accordo per la conferma dell’utilizzo del lavoro agile dopo la fase di emergenza pandemica: l’accordo permette così di conciliare il work-life balance dei dipendenti con le esigenze organizzative e produttive dell’azienda, permettendo a tutte le persone di proteggere al contempo i valori della presenza in sede, come il supporto reciproco, la formazione, la creatività e la socialità.

Il nuovo accordo sul lavoro agile rientra nel più ampio sistema di welfare aziendale di Vodafone, e conferma tutte le iniziative di inclusione e a supporto della vita privata e lavorativa delle persone. In particolare, le persone con disabilità o particolari condizioni di salute, caregiver, neogenitori, genitori unici e dipendenti vittime di violenza domestica hanno la possibilità di richiedere una diversa modulazione della percentuale di lavoro agile, compatibile con le proprie necessità personali.

Top Employer riconosce ancora una volta l’impegno di Vodafone nell’assicurare una “employee experience” di eccellenza – afferma Silvia Cassano, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Vodafone Italia. In un contesto che evolve continuamente, rendere il luogo di lavoro sempre più inclusivo e attento alla valorizzazione delle unicità, nonchè supportare lo sviluppo delle competenze delle nostre persone, non solo è necessario, ma è l’investimento più importante che possiamo fare, come individui e come azienda. Con il percorso avviato con le Organizzazioni Sindacali e la proroga dell’intesa sul lavoro agile, confermiamo il nostro obiettivo nel voler preservare un ambiente sempre più attento all’equilibrio tra necessità e flessibilità personali con le esigenze aziendali”. 

Photo: Vodafone by Mondo3 srl ©

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3